FF XIV: A Realm Reborn – Primals: The Bowl of Embers (Hard)

  • Testi e strategie a cura di Zak 

Questa è una guida specifica rivolta al completamento del Trial lv50 “The Bowl of Embers (Hard)“, battaglia che consiste nell’affrontare una seconda volta (dopo l’incontro al Lv 20) Ifrit, primal degli Amali’ja. La battaglia sarà molto simile a quella già affrontata 30 livelli prima, però il boss sarà ovviamente molto più potente, più scaltro e avrà diverse mosse in più di cui disporre. Ma veniamo alla guida in sé. La battaglia si svolge in due fasi: una prima e una dopo la distruzione delle Infernal Nails. Questa sezione mira a fornire una strategia dettagliata per trionfare da questo impegnativo scontro.

The Bowl of Embers (Hard)PARTY CONSIGLIATO: 1 WHM 1 SCH 2 PLD 1 BRD 1 BLM 1 MNK 1 DRG

La battaglia contro Ifrit: Prima Fase

[ 1. Strategia di gruppo ]

La prima fase sarà relativamente semplice, quasi del tutto uguale allo scontro non-Hard Mode, attenzione solo ai danni che subirete perché saranno significativamente maggiori. Una cosa realmente importantissima di questa fase del combattimento: uno dei due tank dovrà assumersi il compito di usare le stun(stordire l’avversario, insomma) ogniqualvolta Ifrit usi Eruption, poiché questo pericolosissimo attacco colpisce molto pesantemente, e ogni volta che ha successo aumenta il suo potere distruttivo, dunque ? fondamentale per il successo dello scontro stordire Ifrit ogni volta che usa Eruption. Inoltre, stunnando ogni Eruption, la Barra Limit salirà abbastanza velocemente da raggiungere le tre tacche piene prima della metà dello scontro (vedremo dopo a cosa serviranno). Assicuratevi, però, di non usare il Limit Break per nessun motivo.

Ad un certo punto, il boss scomparirà, per poi rimaterializzarsi su un punto esterno del campo di battaglia. Rimarrà fermo intorno ai 3-4 secondi e quindi caricherà in linea retta colpendo pesantemente tutti coloro che si troveranno sulla sua linea d’azione al momento dell’attacco. Sconsigliabile farsi colpire dall’attacco: i danni sono ingenti, spesso più dell’80% degli HP. Attenzione anche alle fiammate che sputerà, poiché toglieranno circa un quarto degli HP al tank; le cure dovranno essere piuttosto rapide.

Arrivato a metà HP, Ifrit dirà “Surrender thyself to the fires of judgement!” (“Arrendetevi alle fiamme del giudizio!“), e ben quattro Infernal Nails (invece che una sola, come avveninva nella battaglia al Lv 20) si pianteranno nel terreno. Ora, la strategia vincente é sicuramente avere un BLM (Black Mage) in squadra e fargli usare il Limit Break di livello 3, Meteor, per ridurre tutte e quattro le Infernal Nailssotto al 20% di HP per poi finirle facilmente. E’ altamente improbabile farcela senza alcun tipo di Limit Break, e il BLM o il SMN sembrano i migliori per questo scopo (anche se personalmente reputo il BLM di gran lunga migliore).

Ben presto, Ifrit userà la sua mossa speciale, si posizionerà al centro del campo e colpirà tutti con un’esplosione potentissima, uguale per tutti a prescindere dalla posizione di ognuno, e se entro l’inizio di questo attacco non avrete distrutto tutte le Infernal Nails, non ci sarà protezione che tenga, la battaglia sarà perduta. Se invece avete distrutto le Infernal Nails in tempo, i danni saranno sì molto consistenti, ma comunque recepibili, dunque consigliamo Medica II + Medica per poi tornare alle cure specifiche.

[ 2. Strategia per classe ]

MAIN TANK: Appena iniziata la battaglia, il main tank dovrebbe lanciarsi contro il nemico, passandogli tra le gambe per poi arrivare al bordo del campo e tenerlo con il muso rivolto verso l’esterno della zona di battaglia, così che tutti gli altri giocatori possano tenersi alle sue spalle.

SUB TANK: Il sub tank sarà quello incaricato di operare le stuns, ovvero di usare attacchi con effetto stordente per interrompere l’azione nemica. Sarà inoltre l’UNICA classe a farlo. Delegare questo ruolo ad altri significa ridurre le probabilità di stun; se il sub tank vedrà qualcuno altro stunnare al suo posto, è in dovere di intimargli di smettere.

BLACK MAGE/SUMMONER: Appena usciranno allo scoperto le Infernal Nails, usate immediatamente il Limit Break livello 3 per distruggerle il più velocemente possibile. Consigliabile avere qualche buff di attacco per aumentare la potenza del LB (Limit Break). Attenzione a non colpire troppo presto, aspettate che dalle Infernal Nails escano le frecce del bersaglio; quando esse, pur essendo immobili, appena comparse “prenderanno di mira” la squadra, sarà il momento di colpire con il LB.

BARD: Mentre attacca, sarebbe meglio se il BRD controllasse periodicamente gli MP dei curatori e, in caso di emergenza, attivasse l’abilità Mage’s Ballad per rendere le cure molto più semplici ed efficienti. In caso contrario, tenete attivi i buff per l’attacco.

WHITE MAGE: Il curatore dovrà tenersi il più lontano possibile dal Boss, tenendo il main tank appena appena all’interno del proprio raggio d’azione. Questo perchè spesso il boss creerà un’esplosione grande quasi quanto il raggio d’azione delle magie, sbattendo lontano tutti coloro che ci finiranno dentro, interrompendo le magie e provocando lievi danni, e ovviamente un curatore non può permettersi di interrompere una magia se non per schivare una AoE (Area of Effect, gli attacchi con carica che colpiscono un’area precisa). Mai cominciare la battaglia con Regen o Medica II, questo porterebbe il boss quasi sicuramente sul curatore anzichè sul tank, e questo sarebbe un grave problema.

SCHOLAR: Stesse raccomandazioni che per il curatore.

La battaglia contro Ifrit: Seconda Fase

[ 1. Strategia di gruppo ]

Ora cominciano le cose difficili. I danni diventeranno leggermente più pesanti, ma non è questo il problema. Si renderà ancora più NECESSARIO stordire il boss ad ogni singolo Eruption, e poi il Boss comincerà a caricare regolarmente, creando anche due o tre o copie di sè stesso. Compariranno poi dei cerchi infuocati sul terreno, nessuno dovrà rimanere lì dentro per nessun motivo; interrompere ogni azione e correre fuori dalla AoE sarà di vitale importanza per la squadra, perchè delle colonne di fuoco infliggeranno danni pesantissimi a chiunque ci si trovi dentro. Questi cerchi compariranno sempre in gruppo, seguendo sempre la stessa sequenza:

  • Compariranno molti cerchi che percorreranno tutto il margine esterno del campo: tutti, tank compresi, dovranno evitare l’attacco;
  • Quattro cerchi compariranno al centro, ovviamente da evitare;
  • Infine, dopo aver schivato i cerchi al centro del campo, tutti dovranno riunirsi attaccati alle spalle del Boss e continuare a fare ciò che facevano prima (il tank ovviamente resterà davanti), perché i cerchi ora ricopriranno tutta la superficie del campo di battaglia, tranne la zona direttamente adiacente a Ifrit.

Questa sequenza si ripeterà all’infinito, intervallata da vari Eruption, fino alla fine della battaglia. Raggiunto di nuovo il Limit Break 3, questa volta toccherà al MNK(Monk), o in sua assenza al DRG (Dragoon), scatenare la potente mossa per ridurre gli HP del Primal, per poi finirlo, continuando sulla scia dei precedenti consigli.

[ 2. Strategia per classe ]

MAIN TANK: Continuate ad attirare il boss con il muso verso l’esterno e tutto procederà per il meglio. Evitate i cerchi infuocati.

SUB TANK: Continuate a stunnare il boss quando usa Eruption, evitate i cerchi infuocati.

BARD: Sarebbe preferibile continuare a tenere attivo qualche buff per l’attacco, ma in caso di difficoltà nelle cure, attivate Mage’s Ballad senza esitazione.

MONK: Arrivati alla fine dello scontro, quando al boss mancheranno pochi HP e il livello 3 di Limit Break sar? pieno, scatenate l’attacco per velocizzare la battaglia.

WHITE MAGE: Tenetevi sempre appena appena dentro il raggio d’azione per curare il tank, e usate Medica/Medica II solo in casi di emergenza. Potrebbe risultare utile usare Regen quando il Boss carica in linea retta; appena l’ultima carica finisce, usate Regen, prima che il nemico ricompaia davanti al main tank. In caso di morte di un alleato, il momento migliore per resuscitarlo (se non si ha Swiftcast) sarà durante la carica in linea retta; una volta messo il personaggio al sicuro, castate la magia.

SCHOLAR: Assolutamente sbagliato è fare abuso di Succor, gli MP terminerebbero troppo velocemente. Tenere attivi i buff di attacco renderebbe la battaglia di gran lunga più veloce, però si rischia di non arrivare alle Infernal Nails con il Limit Break 3 pronto, quindi è consigliabile tenerli solo nella seconda fase.

La vittoria

Una volta sconfitto il Boss, la squadra otterrà 9 Allagan Tomestones of Philosophy4 Allagan Tomestones of Mythology. In più, un singolo forziere conterrà un’arma con il nome di Ifrit, dunque uno solo dei giocatori potrà ottenere l’arma del Boss, sarà la sorte a decidere. Buona fortuna per Garuda! ^^

Serve una mano? Se nonostante la lettura della strategia qui riportata doveste continuare a registrare problemi nel superare questa difficile battaglia, sentitevi liberi di postare in tutta tranquillità in questo topic del nostro Forum (è richiesta la registrazione), nel quale potrete ricevere un aiuto personalizzato.


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: http://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.