Shadow of the Tomb Raider – Paititi, Parte 2

  • Testi e immagini realizzati e gentilmente concessi da Stellalune; Traduzione italiana a cura di Mark. Nota a margine: la traduzione che segue potrebbe non essere aggiornata. Il contenuto originale all’ultima versione può essere rintracciato qui.
  • Mappa realizzata da  Rayna Ryukuro

SOTTR - Mappa di Paititi

DETTAGLI DEL LIVELLO
Sfide Accampamenti 0
Contatto missione Contatti Missione 1
Sfide Tombe della Sfida 0
Sfide Sfide 0
Forzieri Forzieri 0
Forzieri Cripte 1
Reliquie Reliquie 1
Documenti Documenti 2
Icona murale Murali 1
Kit di sopravvivenza Kit di sopravvivenza 0
Kit di sopravvivenza Monoliti 0

Nota! Questo livello è ENORME, quindi lo suddivideremo in tre sezioni: Città bassa, Città alta e Rivisitazione della Città segreta. Ci sono alcune aree, missioni, ecc. che non si possono completare finché non torneremo in questo livello più avanti nel gioco. La Tomba della sfida e la Cripta nella zona laterale a ovest è accessibile, ma ne posticiperemo l’esplorazione per ridurre al minimo il backtracking e gli spoiler. I totali indicati sopra sono solo per questa sezione del livello.

La città segreta

[ Obiettivo n° 7: Semina i Soldati del Culto ]

Quando ritornate a Paititi dopo i livelli “Ventre del Serpente” e “Testa del Serpente“, Etzli verrà catturato e Lara dovrà dimostrarsi più veloce di un gruppo di soldati del culto. Non preoccupatevi di combattere, e non esitate troppo a lungo in qualsiasi area, altrimenti Lara sarà messa alle strette e uccisa.

Iniziate correndo su per le scale direttamente davanti a voi quando termina la sequenza narrativa (figura). In cima alle scale, voltate a destra. Schivate il carretto delle patate che viene spinto da sinistra (figura) e salite lungo la rampa di legno. Continuate in avanti lungo la sporgenza, quindi usate l’asta orizzontale per oscillare in avanti. Correte nella casa successiva e uscite dalla porta sulla destra (figura). Correte tra i cittadini a sinistra e i soldati del culto a destra e salite sull’impalcatura di legno (figura). Correte in avanti e arrampicatevi fino al livello superiore dell’impalcatura (figura). Correte in avanti e saltate per afferrare un’altra sezione più alta dell’impalcatura (figura). Tiratevi su e continuate in avanti. Saltate per afferrare l’asta orizzontale (figura), volteggiate in avanti, schiantatevi contro il prossimo pezzo di impalcatura e scivolate fino a terra (figura).

Correte nel prossimo edificio (figura). C’è un breve intermezzo in cui diversi cultisti inizieranno a far quadrato (figura). Non appena riprendete il controllo, correte dall’altra parte dell’edificio e nel prossimo (figura). Continuate attraverso l’altro lato. Proprio mentre state per allontanarvi (figura), un altro cultista afferrerà Lara e i due si schianteranno attraverso il prossimo edificio più avanti (figura). Il soldato rimarrà ucciso da una trave (figura), ma Lara atterrerà tranquillamente nel tunnel poco illuminato sotto (figura).

Probabilmente non avrete avuto il tempo di notarlo o di preoccuparvene, ma al vostro ritorno in città, una Statuetta d’Argento, la chiave a forma di serpente, è stata aggiunta alla vostra collezione di “Manufatti” nella collezione “Il Sentiero delle stelle“.

[ Obiettivo n° 8: Torna a casa di Unuratu ]

Ora che siete di nuovo tutt’interi, riceverete un premio ESP e una chiamata radio da Jonah. Vorrebbe che tornaste da Unuratu per parlare con Uchu. Dovrete anche dire alla regina cosa è successo a suo figlio. Quando uscite dal tunnel, l’accampamento “Mercato di Paititi” rimane poco più avanti sulla destra (figura). Se vi va, potete usare la funzione di Viaggio rapido di questo accampamento per raggiungere il campo base “Casa di Unuratu“. In alternativa, fermatevi al MERCATO per comprare e vendere oggetti, quindi attraversate il fiume e raggiungete Unuratu a piedi. La donna in piedi vicino all’accampamento ribadirà di parlare con Uchu, e l’uomo sarà indicato sulla mappa come un Contatto Missione. Anche l’ingresso alla Casa di Unuratu sarà contrassegnato come l’obiettivo principale (figura).

Nota! Non è necessario evitare i soldati del culto stanziati in città. Non attaccheranno, ma non potrete ancora entrare nella città alta, alla fine del ponte a sud.

Quando raggiungerete la casa di Unuratu nella parte est della città, Lara le dirà cosa è successo. Unuratu esaminerà la chiave d’argento che Lara ha recuperato, suggerendole che appartiene al Tempio della montagna, situato vicino alla caserma in cui il culto tiene prigioniero Etzli. Dopo un po’ di pianificazione, rimarrete d’accordo che Unuratu tenterà di salvare suo figlio mentre Lara si occuperà di recuperare lo Scrigno.

[ Obiettivo n° 9: Entra nel Tempio della Montagna]

Ancora una volta, potete scegliere di seguire la trama o fare una deviazione per compiere la missione secondaria di Uchu. La situazione con Etzli sembra terribile, ma visto che è solo un gioco, dopotutto, il ragazzo starà bene anche se ritarderemo un po’.

MISSIONI SECONDARIE 3 & 4 – CORPO E ANIMA: Uchu e Jonah sono in piedi vicino all’accampamento “Casa di Unuratu“. Se parlate con Uchu ora, vi chiederà di intraprendere una missione secondaria: Recuperare il Corno del Re. Se completate questo compito, vi chiederà di portare a termine una seconda missione correlata: Recuperare l’Amuleto del Redentore. I dettagli sono inclusi nell’apposita pagina dedicata, “Missione secondaria: Corpo e Anima“.

Accettare la seconda missione vi permetterà di esplorare la SECONDA CRITTA DI PAITITI, dove troverete 2 Documenti (23/42 e 24/42), una Reliquia (17/28), un Murale (16/23) e un sarcofago contenente un Artefatto, l’Amuleto del Redentore, più 750 pezzi d’oro. (Questa cripta non conta per la sfida “Voce della Morte“). Uchu vi darà anche 700 pezzi d’oro, 350 per ciascuna missione conclusa. Tornando da Uchu con l’Amuleto del Redentore sbloccherete anche il trofeo/obiettivo “Corpo e Anima“. Se non avete intenzione di svolgere queste missioni adesso, potete evitare Uchu o accettare la missione e aspettare un secondo momento per completarla. La terza missione del ramo “Corpo e Anima“, Recupera l’Arco del Paladino, è disponibile solo più avanti nel gioco. È trattata nella pagina “Rivisitazione della Città segreta”.

INGRESSO AL TEMPIO DELLA MONTAGNA: All’inizio del livello successivo c’è un accampamento, ma prima di andare all’ingresso del tempio, potreste decidere di spendere i Punti abilità accumulati, acquistare e vendere oggetti, potenziare le vostre armi e, eventualmente, cambiare gli abiti. Ci sono ancora alcuni abiti che Lara non può indossare all’interno di Paititi, ma potete scegliere tra gli altri abiti che avete trovato e acquistato. Dovrete fronteggiare alcune intense sessioni di combattimento e non tornerete a Paititi per un po’ di tempo.

Quando siete pronti, dirigetevi verso l’area con tante piccole piscine terrazzate a nord della città (figura). Mentre salite in cima a quest’area, cercate Moraekah, la MERCANTE ITINERANTE, in una delle piccole baracche sulla sinistra. Probabilmente sentirete il tamburo di Rimak prima di vederli (figura). Commerciate con lei, se volete, quindi salite sul livello più alto per trovare l’ingresso del tempio (figura).

Nota! Quando partirete per IL TEMPIO DELLA MONTAGNA, avrete completato soltanto la metà circa della CITTA’ PERDUTA. Ci ritornerete presto e sbloccherete alcune aree precedentemente irraggiungibili.

Continua qui…Capitolo 4: Tempio della Montagna


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: http://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.