TR Underworld – Mar Mediterraneo: La Via di Avalon

Nota! La presente soluzione è utilizzabile solo per le versioni PC/PS3/XboX 360 di “Tomb Raider Underworld“. Se state ricercando la soluzione completa per la versione PS2, vi invitiamo a consultare l’apposita sezione (qui).

Mar Mediterraneo

::.Dettagli del Livello.::
Tesori 10/26
Reliquie 0/1
Kit Medici 1

[ Una settimana prima, Lara si trovava a navigare il mar Mediterraneo, come viene mostrato dal filmato. Utilizzando il suo computer portatile e parlando con Zip e Alister, Lara dirà loro che è molto vicina a trovare Avalon. Suo padre era convinto che il percorso verso quest’isola sconosciuta fosse proprio questo, e lo stesso era stato ribadito a Lara dal professor Eddigton. Nonostante le perplessità di Alister in merito al fatto che la madre di Lara sia ancora viva, Lara si mostrerà più determinata che mai a conoscere la verità. ]

Nota! Tomb Raider Underworld segue la trama di Tomb Raider Legend (se vi ricordate, alla fine del gioco Lara aveva chiesto a Zip di mettersi in contatto con il professor Eddigton per organizzare un incontro), ma comprende anche elementi diTomb Raider Anniversary (il remake del primissimo Tomb Raider). Per questa ragione, se non avete mai giocato con questi titoli, potreste avere delle difficoltà a seguire correttamente la storia.

Inizierete il livello sulla barca di Lara. Occorre precisare che questa parte del livello avverrà sott’acqua, ma non vi dovrete comunque preoccupare per i lunghi tempi d’immersione senz’aria, in quanto Lara indossa una bombola di ossigeno.

Tuffatevi in acqua e immergetevi. Nuotate fino a raggiungere il fondo, in cui sarete in grado di visualizzare delle strutture rocciose. Via via che esplorerete la zona, incontrerete tre squali. La cosa positiva è che non vi attaccheranno tutti insieme, ma occorre comunque tenere gli occhi ben aperti.

Spiegazione! Lara può usare le Pistole sott’acqua, ma la cosa migliore da fare qui è sicuramente quella di utilizzare il Fucile Subacqueo. A questo scopo, accedete al PDA, selezionate la voce “Selezione arma” e scegliete il Fucile Subacqueo. Lara avrà così accesso immediato alle due armi: le Pistole ed il Fucile Subacqueo. Se, poi, volete un’altra arma, vi basterà selezionarla dal PDA ed essa accompagnerà le Pistole.

ImmagineDetto questo, nuotate verso l’alta struttura rocciosa. L’ingresso si trova in fondo, perciò attraversatelo a nuoto. Fate attenzione alle meduse, in quanto possono arrecare dei danni. Proseguite fino alla stanza sottostante, in cui v’imbatterete nel primo enigma. Ebbene, la porta di fronte a voi è composta da tre meccanismi. Ognuno di essi necessita di una chiave di metallo per funzionare, ma occorre precisare che il meccanismo al centro ne è già munito, perciò mancano solo le altre due. La prima chiave di metallo si trova su un piedistallo in fondo alla stanza. Prendetela e accostatevi al centro di uno dei due meccanismi. Dopodiché, premete il pulsante Azione per inserire l’oggetto al suo posto, ma non ruotate ancora alcunché: in questo modo, sarà più facile aprire la porta più tardi, quando avremo l’altra chiave.

Immagine 1Adesso, giratevi fino a guardare l’entrata ed individuate il tunnel sopra di voi, a sinistra. Nuotate all’interno di esso quasi fino a raggiungere la cima. Guardatevi intorno e scorgerete il primo Tesoro (1/26) su una roccia (figura). Proseguite fino alla parte superiore del tunnel per raggiungere il mare. Svoltate verso destra e nuotate verso la parte anteriore dell’alta struttura. Con l’ingresso alle vostre spalle, localizzate la piccola grotta con un ingresso rettangolare sulla sinistra; nuotate al suo interno e, ancora una volta, tentate di evitare le meduse. Seguite il percorso all’interno della grotta verso destra e nuotare attraverso l’apertura. La seconda chiave di metallo si trova sulla destra, mentre sulla sinistra vi è un sentiero al di sopra di alcune rocce che vi condurrà ad un Tesoro (2/26).

Immagine 2Ora che abbiamo ciò che ci serve, bisogna risolvere l’enigma della porta. Anzitutto, tornate sui vostri passi fino a raggiungere nuovamente l’alta struttura e tornate alla porta che costituisce l’oggetto dell’enigma. Inserite la seconda chiave nel suo posto ed esaminate la porta. Ogni meccanismo ha tre frammenti a forma di mandorla. Notate, inoltre, che il meccanismo centrale possiede un componente in comune con quello che si trova sulla sinistra e un componente in comune con il meccanismo di destra. Dovremo ruotare i meccanismi in modo tale che quello centrale abbia i tre frammenti a forma di “occhio aperto”. Se non avete utilizzato le chiavi fino ad adesso, vi sarà possibile aprire la porta seguendo questa procedura: utilizzate la chiave centrale una volta, quella sulla sinistra una volta e quella sulla destra due volte. Una volta eseguito il tutto correttamente, la porta si aprirà.

Se desiderate ottenere tutti i tesori, non nuotate attraverso la porta. Al contrario, giratevi ed uscite dalla struttura alta. Nuotate verso sinistra (con l’ingresso alle vostre spalle) e cercate alcune rocce cadute che creano un arco (mostrate qui). Nuotate verso di esso e vedrete un’apertura. Seguite il tunnel e troverete il Tesoro (3/26) al di sotto della medusa. Prendetelo e tornate verso il mare.

Con lo sguardo rivolto all’ingresso della struttura alta, noterete una grotta sulla sinistra, ma l’ingresso è nascosto dietro le alghe (figura). Nuotatevi attraverso e seguite il percorso della cava sulla destra. Nella stanza successiva, vedrete un piedistallo vuoto sulla destra. A sinistra, invece, c’è una via sopra le rocce che conduce ad un Tesoro (4/26). Una volta rinvenutolo, tornate verso il mare.

Ci sono altre rocce cadute all’estrema sinistra della struttura alta (figura), dietro la grotta del quarto tesoro. Nuotate dietro le rocce e vedrete un’apertura (figura). Entrate nella caverna e seguite il tunnel per raggiungere un altro Tesoro (5/26). Ancora, ritornate verso il mare.

Fatto questo, avvicinatevi alla parte anteriore della struttura alta e nuotate verso l’alto. Quasi a metà strada (figura), cercate una sporgenza piatta sulla sinistra; lì giace il prossimo Tesoro (6/26).

Immagine 3Una volta che avrete fatto scorta di Tesori, nuotate oltre la porta aperta grazie alla risoluzione dell’enigma di poco fa e seguite il tunnel, facendo attenzione alle meduse. Non appena avrete raggiunto il terzo angolo, giratevi fino a rivolgere lo sguardo verso il percorso da cui siete arrivati. Guardate in basso e vedrete un altro Tesoro (7/26)sulla destra (figura). Proseguite fino alla fine del tunnel che sembra essere un vicolo cieco. Quando vi avvicinerete al tentacolo gigante, questo si ritirerà e la strada sarà sgombrata. Nuotate attraversando l’apertura e, finalmente, riemergete.

Immagine 4Uscite dell’acqua, salendo sulla sporgenza bassa ed inoltratevi nell’apertura. Rompete i vasi sulla destra; uno di essi contiene un Tesoro (8/26). Continuate sull’altro lato della grotta e arrampicatevi sulle sporgenze. Scendete sul lato opposto e passate attraverso l’apertura. Saltate in acqua e nuotate verso il basso per ottenere un Tesoro (9/26) dietro la salita (figura). Ora, seguite la salita per raggiungere il suolo. Per poter proseguire, è necessario raggiungere il lato opposto della stanza, in cui si trova la porta di uscita. Nel corso del vostro cammino otterrete un tesoro (esistono due modi per farlo), ma prima raccogliete il kit medico dalla sporgenza sulla sinistra (se la piscina è alle vostre spalle).

Primo metodo per raccogliere il decimo Tesoro: Dalla sporgenza in cui avete preso il kit medico, saltate per afferrare la sponda sopra di voi, quindi saltate per aggrapparvi alla sporgenza superiore. Tiratevi su e spostatevi verso destra (alla sinistra di Lara). Saltate per aggrapparvi alla sporgenza del pilastro e proseguite girando l’angolo. Saltate ancora per afferrare la sporgenza sopra la vostra testa e poi saltate per afferrare l’asta orizzontale dietro di voi (figura). Dondolate e saltate per afferrare la seconda asta, poi la terza. Da lì, saltate verso la sporgenza quadrata davanti a voi, in cui potrete rompere i vasi e ottenere un Tesoro (10/26).

Secondo metodo per raccogliere il decimo Tesoro: Scendete dalla sporgenza su cui avete preso il kit medico e salite sulla rampa dall’altro lato. Arrampicatevi sulla sporgenza sulla sinistra e saltate per afferrare la sporgenza del pilastro. Proseguite verso destra intorno ai tre angoli. Saltate per afferrare l’appiglio sopra di voi ed eseguite un salto all’indietro per raggiungere la sporgenza quadrata dietro di voi. Tiratevi su e rompete i vasi per mettere le mani sul Tesoro (10/26).

Giratevi e saltate per afferrare la sporgenza del pilastro. Proseguite verso destra intorno ai due angoli e saltate per afferrare l’asta orizzontale. Oscillate e saltate per afferrare la sporgenza del pilastro opposto. Continuate dietro l’angolo e lasciatevi cadere due volte per afferrare le sporgenze sottostanti. In ultimo, lasciatevi cadere per terra. E’ ora il momento di affrontare l’enigma del serpente. Per prima cosa, come noterete, se utilizzate l’interruttore della piattaforma adesso non accadrà nulla. Potrete soltanto vedere le fiamme che si accenderanno. Per farle funzionare, dovrete agire sulle due serie di piattaforme a pressione sul pavimento.

Immagine 5Individuate le due casse di piccole dimensioni tra gli interruttori a pavimento. Prendete la prima (posizionatevi di fronte ad essa e premete il tasto Azione), andate verso l’interruttore a pavimento che si trova sulla sinistra e premete il tasto Rotola. Fate lo stesso per la seconda cassa, mettendo anch’essa sulla piattaforma a pressione sulla sinistra. Entrambi avranno un peso sufficiente per mantenere premuto l’interruttore. Adesso, mettetevi di fronte al serpente sulla destra ed adoperate il Rampino per agganciare l’anello sulla testa. Premete il tasto Azione per tirarlo e farlo cadere sull’interruttore a pavimento. Adesso è possibile utilizzare l’interruttore sulla piattaforma per azionare il meccanismo.

[ Nel filmato, la porta di pietra si aprirà e Lara troverà incredibile il meccanismo. Esaminando le incisioni, capirà che si tratta di un antichissimo progetto germanico, risalente ad un’epoca addirittura antecedente al V secolo. Scorgerà le rune sopra la porta in cui si legge “Mondo di Nebbia” e arriverà a dedurre che si stia parlando di Niflheim, il regno dei morti; non Avalon, dunque, ma l’equivalente norreno. ]

Continua qui per…Mar Mediterraneo: Niflheim


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: https://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.