Final Fantasy XV – Cleigne: Foresta di Malmalam

FFXV - Mappa Foresta di Malmalam

LEGENDA DEI RITROVAMENTI
Icona sulla mappa Denominazione sulla mappa Significato
Tesoro E9 Chela gigante
Accessorio H3 Ciondolo lunare
Arma T4 Saettante
Arma T5 Scettro del Benedetto
Arma ?3 Daghe delta
Optional N9 Gallinaccio di Malmalam
Optional W7 Scheggia prismatica
Oggetto chiave X1 Medaglia commemorativa
Rilievo  Ciondolo stellare (25%), Clessidra d’oro (25%), Granelisir (50%)
Rilievo Armilla di zaffiri (25%), Pendolino (25%), Scheggia prismatica (50%)
ANALISI DEI NEMICI
Nome Note
Mandragora Debole contro le spade, le armi da fuoco e all’elemento Fuoco; resistente ad elemento Tuono e Sacro
Vespa soldato Debole contro le lance, i pugnali e all’elemento Fuoco; resistente ad elemento Tuono e Sacro
Kratopsalis Debole contro le lance, le armi da fuoco e all’elemento gelo; resistente ad elemento Fuoco e Sacro
Bandersnatch Debole contro le lance, i dispositivi e all’elemento Tuono; resistente ad elemento Fuoco e Sacro

La Foresta di Malmalam è situata a sud della regione di Cleigne (icona #17 in questa mappa). Nonostante sia possibile accedervi a partire già dalle prime fasi dell’avventura, è caldamente consigliato non addentrarsi nella sua fitta vegetazione prima di aver raggiunto almeno il Livello 35. Il percorso per raggiungerla è sintetizzato dalle immagini sottostanti.

Non dovreste avere particolari difficoltà nel trovare l’orientamento in questa foresta, dacché il percorso è pressoché lineare (in ogni caso, affidatevi tranquillamente alla mappa soprastante per tutte le conferme che vi possono servire). L’unica sezione a cui occorre prestare un minimo di attenzione in più è quella che si trova nei pressi della cascata, non distante dal rifugio. Una volta in questo punto, salite in cima, poi svoltate a destra (figura). Qui v’imbatterete in una piccola gola scavata fra le pareti rocciose, percorrendo la quale raggiungerete la parte finale di questa zona pericolosa.

Approssimandosi alla fine della foresta, noterete il mausoleo reale in lontananza. Prima di poterci arrivare, però, dovrete mettere a tacere un Bandersnatch (figura). Si tratta di una creatura estremamente vulnerabile alle lance, ai dispositivi e all’elemento Tuono, perciò sfoderate i vostri migliori attacchi con questo tipo di equipaggiamento per assicurarvi di arrecare il massimo danno con tutti i vostri personaggi. Se doveste registrare problemi con la rapidità di questo avversario, focalizzatevi sulla difesa e sfruttate ogni opportunità che avete per parare e contrattaccare. Una buona tattica può essere quella di equipaggiare la Stella del Sanguinario (ottenuta nel mausoleo reale della Foresta di Myrl) e farla potenziare da Ignis con Elementalista, per poi crivellare di colpi il nemico da lunga gittata. Con una certa frequenza, non dimenticate di usare una proiezione tattica verso gli indicatori azzurri, seguita subito dopo da una proiezione offensiva, così da massimizzare i danni inferti. Quando eseguite quest’operazione, però, tenete sempre d’occhio i vostri PV.

La missione secondaria sarà conclusa nel momento in cui avrete battuto il Bandersnatch, quando potrete finalmente appropriarvi dello Scettro del Benedetto nel mausoleo reale ed ottenere in dono anche 3.000 ESP.

Clicca qui per tornare al riepilogo dei Mausolei reali e delle Zone pericolose


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: https://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.