Final Fantasy XV – Distillazione delle Magie

Final Fantasy XV - Distillazione delle magieNel mondo di Final Fantasy XV le magie possono essere equipaggiate negli spazi dedicati alle armi e utilizzate dai componenti della squadra come veri e propri dardi consumabili che non prevedono alcun tipo di puntamento. Tutte le magie di gioco possono essere distillate, senza nessuna eccezione, attraverso l’utilizzo dell’energia elementale, pertanto richiedono almeno un’unità di energia di Fuoco, Gelo o Tuono. I tre elementi appena menzionati costituiscono il fulcro di qualsiasi combinazione realizzabile attraverso il sofisticato sistema di distillazione delle magie.

Nota! Sebbene anche Sacro e Oscurità rientrino nella categoria delle energie elementali, non le troverete disponibili nel menu delle magie. Il sacro, infatti, può essere sfruttato soltanto attraverso le armi imbevute di questo apposito elemento, mentre l’oscurità è una prerogativa esclusiva di alcuni nemici del gioco.

Alcune magie possono vantare una straordinaria potenza. Contrariamente a quanto accade con le armi a lunga gittata, i loro danni non diminuiscono all’aumentare della distanza da cui le si scaglia. Tuttavia, è necessario aspettare un tempo di 30 secondi fra il lancio di una magia e quello successivo. Il tempo di attesa rimane identico indipendentemente dalla quantità di magie che avete scelto di equipaggiare o dalla loro categoria. E’ interessante notare che le magie di carattere elementale possono provocare anche effetti secondari sul campo di battaglia, nei pressi della zona dell’avversario colpito, arrecando danni sia ai nemici coinvolti in quell’area che ai propri compagni di squadra (ad esempio il fuoco può causare incendi in grado di ferire nemici e alleati).

Fate riferimento all’indice qui sotto per consultare i vari argomenti trattati in questa disamina:

Principi della Distillazione

Per distillare una magia dal proprio arsenale, recatevi anzitutto nel menu “Magie“.

  • Per prima cosa, selezionate l’energia elementale che volete lavorare. Siete liberi di scegliere qualunque tipo di energia, da 1 a 99 unità di una o tutte le energie elementali esistenti. Posizionate con Tasti direzionali il cursore sulla vostra scelta e aggiungete/rimuovete le unità con L1/R1 o LB/RB.
  • Fatto questo, vi sarà chiesto se aggiungere o meno un oggetto alla ricetta di distillazione (ancora una volta, potete determinare voi la quantità, da 1 a 99, di qualsiasi oggetto). Gli oggetti che unite all’energia elementale prendono il nome di “catalizzatori” e perfezionano le magie con alcuni effetti, migliorandole. Una magia potenziata con l’aggiunta di un catalizzatore si definisce “Magia elaborata“. Selezionate un catalizzatore con Tasti direzionali e poi aggiungete/rimuovete le unità con L1/R1 o LB/RB.
  • Dopo aver deciso quali ingredienti adoperare, selezionate l’opzione “Distilla” per dare vita alla magia. Dopodiché, potrete scegliere se equipaggiarla direttamente o se accantonarla per usarla in futuro. In genere, vengono distillate tre copie di ogni magia, ma la quantità si può accrescere con i catalizzatori e la serie di abilità Bialchimia.

Per visualizzare le magie già distillate, vi basterà premere Triangolo/Y. A quel punto, potete scegliere di distillarle ancora una volta, se possedete tutti gli ingredienti che occorrono.

E’ possibile fare uso di una magia in battaglia solo a condizione che sia equipaggiata come arma principale per Noctis o come arma secondaria per i suoi comprimari. Per poterla eseguire, tenete premuto il comando di attacco, prendete la mira con L, quindi lasciate andare il comando. Il lancio della magia crea una finestra di attesa, visibile sull’icona delle magie nella grafica relativa all’arma principale di Noctis. Sarà possibile scagliare un’altra magia soltanto dopo aver concluso il tempo di attesa attivato dalla magia precedente.

Ampolle magiche

Si possono trasportare quante magie si vuole, purché abbiate in inventario sufficienti ampolle magiche. La lista e le condizioni di disponibilità di tutte le ampolle esistenti è reperibile nella pagina “Elenco completo delle Rarità“, a cui vi rimandiamo. Assicuratevi di ottenerle tutte quanto prima, così da poter aumentare il vostro arsenale di incantesimi.

Non dimenticate, peraltro, che si possono portare solo fino a 99 copie della stessa magia con un’unica ampolla. Questo significa che, anche con un’ampolla sola in inventario, potrete scendere sul campo di battaglia con 99 unità di Blizzaga. Quando potrete appropriarvi di una maggiore varietà di risorse, scandagliando le più potenti, potrete sfruttare questa caratteristica duplicando le magie gratuitamente, attraverso un procedimento che illustreremo a breve in questa pagina. Anche con un paio di ampolle magiche, potrete accantonare centinaia di magie dagli effetti devastanti. Tenete a mente che, ove necessario, potete svuotare un’ampolla magica del suo contenuto con L3/L.

Energia elementale

Come accennato nell’introduzione, esistono tre tipi di energia elementale combinabili fra loro per distillare le magie, ossia Fuoco, Gelo e Tuono. Si trovano nell’ambiente sotto forma di energia elementale e potete ottenerli in due modi:

  • Tramite assimilazione da apposite sorgenti che nascono nei pressi dei rifugi e, saltuariamente, nelle zone pericolose. In linea di massima, ogni sorgente contiene circa 33 unità di energia elementale, quindi dovrete far visita a tre rifugi per riempire le scorte. Il valore in questione aumenta dopo aver sbloccato le abilità del gruppo “Affinità elementale“.
  • Drenando l’energia elementale direttamente ai nemici sconfitti in combattimento. Per far questo, dovete equipaggiare una delle poche armi in grado di sfruttare quest’abilità, fra cui la Spada motrice (quella con cui si inizia il gioco). Maggiori dettagli nella pagina “Elenco completo delle Armi“. Ciò nonostante, fare scorta di energia elementale con questa tecnica può richiedere tanto tempo. Molti avversari, infatti, hanno scarse probabilità di rilasciare energia elementale (in media il 50%, ma potete aumentare le probabilità del 50% attivando l’abilità Furto elementale), offrendone poche unità (giusto qualche punto di un solo tipo di energia elementale). In ogni caso, equipaggiando armi con questa proprietà di drenaggio potrete a poco a poco fare il pieno di energia elementale, ma dovrete sconfiggere dei nemici specifici. A titolo di esempio, i Deimodonti hanno il 30% di possibilità ciascuno di rilasciare due unità di Fuoco, quando vengono abbattuti. Dato che tendono a raggrupparsi in folti branchi, potete provare a cacciarli nelle zone in cui sono soliti radunarsi per reperire apprezzabili quantità di energia di fuoco per la distillazione.  Con lo stesso ragionamento, gli Spiralicorni possono donarvi energia di Gelo, se avete sufficiente forza per neutralizzarli alla svelta.
Catalizzatori ed Effetti aggiuntivi

Quando si parla di effetti aggiuntivi, ci si riferisce ad alcune proprietà speciali che vengono assegnate alle normali magie di energia elementale mediante l’utilizzo dei catalizzatori durante il processo di distillazione. In base all’oggetto adoperato variano gli effetti conferiti alla magi, mentre la quantità di oggetti incide sull’efficacia della stessa. Ogni potenziamento è dato da un valore che si chiama “grado“, il quale di solito viene moltiplicato per il numero di copie del catalizzatore adoperato. Il grado di ogni catalizzatore è elencato nell’apposita tabella nella pagina “Elenco dei catalizzatori“.

Esempio pratico: L’effetto Energomanzia consente a una magia di curare chi la esegue e danneggiare chi la subisce. Per realizzare questo effetto, bisogna usare una Pozione come catalizzatore durante il processo di distillazione. Una pozione ha un grado pari a 25, quindi una singola unità di quest’oggetto consentirà ad una magia in grado di curare di curare il 25% del suo utilizzatore. Se si distilla questa stessa magia usando due pozioni come catalizzatori (anziché una), gli effetti curativi si raddoppiano (50%); usandone tre, gli effetti si triplicano (75%), e via discorrendo. Questo semplice principio si estende a quasi tutte le possibili combinazioni di distillazione.

La tabella di seguito offre una panoramica dei catalizzatori e dei relativi effetti aggiuntivi.

Effetto aggiuntivo Descrizione generale Annotazioni
Pentarcano
(Raffica quintupla)
Lancia una magia fino a cinque volte La prima magia andrà sicuramente a segno. Ogni potenziale magia che segue nella catena, invece, ha una probabilità di successo o di fallimento (percentuale minima di successo: 50%) governata dalla seguente formula:

Percentuale di successo = 50 + (Grado del catalizzatore x Numero di catalizzatori usati)

Tetrarcano
(Raffica quadrupla)
Lancia una magia fino a quattro volte
Triarcano
(Raffica tripla)
Lancia una magia fino a tre volte
Arcano
(Raffica doppia)
Lancia una magia fino a due volte
Toximanzia
(Avvelenamento)
La magia scagliata ha una probabilità di infliggere l’alterazione di stato
Avvelenamento al bersaglio
La magia scagliata ha una probabilità di infliggere un’alterazione di stato, oltre a causare danni al nemico. Le probabilità che ciò avvenga sono determinate dalla seguente formula:

Percentuale di successo = (Grado del catalizzatore) x (Numero di catalizzatori utilizzati)

Anatemanzia
(Anatema)
La magia scagliata ha una probabilità di infliggere l’alterazione di stato Antiaggressività al bersaglio
Stasimanzia
(Stop)
La magia scagliata ha una probabilità di infliggere l’alterazione di stato
Stop al bersaglio
Tanatomanzia
(Morte istantanea)
La magia scagliata ha una probabilità di infliggere l’alterazione di stato
Morte certa al bersaglio
Energomanzia
(Guarigione)
Consente a una magia di curare chi la esegue e danneggiare chi la subisce La quantità dei PV recuperati dipende dal risultato della seguente formula:

Percentuale recuperata = (Grado del catalizzatore) x (Numero di catalizzatori utilizzati)

Fortunomanzia
(Fortuna)
Scaglia una magia con la probabilità che questa non consumi l’energia elementale
con cui è stata sintetizzata
Le probabilità di non consumare l’energia sono determinate dal risultato della seguente formula:

Probabilità = (Grado del catalizzatore) x (Numero di catalizzatori utilizzati) / 100

Esperomanzia
(Esperienza)
Quando si lancia una magia, garantisce un bonus ESP all’utilizzatore La quantità di ESP ricevuta dipende dal risultato della seguente formula:

Esperienza = (Grado del catalizzatore) x (Numero di catalizzatori utilizzati) / 100

Dubiomanzia
(Instabilità)
Si tenta la sorte: la magia può fallire o andare a segno; se va a buon fine, arrecherà ingenti danni al bersaglio Le probabilità che la magia fallisca dipendono dal risultato della seguente formula:

Probabilità di fallimento = (Grado del catalizzatore) x (Numero di catalizzatori utilizzati) / 100

Contrariamente a quanto avviene con gli altri effetti, questo vuol dire che più si incrementa questo effetto specifico, più crescono le probabilità che l’azione della magia diventi incerta.

Compressimanzia
(Compressione)
La magia mantiene lo stesso raggio d’azione, ma si carica di maggiore intensità L’aumento del danno è determinato dalla potenza del
catalizzatore. Le magie di Compressimanzia rimangono di Livello 1, anche qualora la loro potenza superasse la soglia di 100.
Sacrifimanzia
(Immolazione)
La magia arreca danni significativi al bersaglio, ma
danneggia anche chi la lancia
L’aumento del danno è determinato dalla potenza del catalizzatore. I PV dell’utilizzatore vengono ridotti a 1.
Teramanzia
(Perfezionamento)
Scaglia la magia elementale definitiva Questo effetto è impostato di base al Livello 99, anche usando un solo catalizzatore. Il danno inflitto può superare il limite consueto dei 9.999.
Nessuno Alcuni catalizzatori non garantiscono effetti aggiuntivi, ma la maggior parte di essi può comunque conferire benefici alla potenza della magia distillata o facilitarne la duplicazione.
Catalizzatori e duplicazione delle magie

Assieme agli effetti aggiuntivi, i catalizzatori possono apportare un ulteriore cambiamento nella potenza delle magie: essi, infatti, possono essere impiegati per duplicare le magie stesse. Questo significa che potrete disporre di copie extra della stessa magie senza per questo aggiungere ulteriore energia elementale.

Prendiamo un esempio per capire meglio come funziona il processo: supponete di dovervi addentrare in una zona pericolosa i cui nemici siano deboli all’elemento Gelo. Per sfruttare al meglio il punto debole degli avversari, soprattutto in situazioni d’emergenza, create la potente magia Crioga. Se investite 90 unità di energia elementale di gelo e confermate la distillazione, potrete ottenere tre magie Crioga, ognuna con potenza pari a 90. Questo è il numero di unità di base che otterreste con il normale percorso di distillazione.

Immaginiamo, ora, di aggiungere a questa ricetta un Corno a spirale, vale a dire un tesoro catalizzatore che può essere recuperato mutilando l’appendice di uno Spiralicorno. In questo modo otterrete non tre, ma ben quattro copie della magia Crioga, e la seconda copia sarà del tutto gratuita (fatto salvo il consumo del catalizzatore). Usando due corni a spirale, potrete ottenere due copie aggiuntive, oltre alle tre originali. Usando cinque corni a spirale, riuscirete addirittura a ottenere cinque copie gratuite, il tutto consumando solo 90 unità di energia elementale di Gelo.

Nella pagina “Elenco dei Catalizzatori” potrete analizzare delle tabelle in cui compare anche il numero di copie richieste per ciascun catalizzatore affinché si possa creare il duplicato di una magia. I valori sono espressi in termini decimali, quindi dovranno essere arrotondati per eccesso (esempio: 1,25 significa 2 catalizzatori).

Quando volete realizzare delle copie di una magia, tenete a mente che questi valori funzionano in modo lineare e rappresentano precisamente l’aumento legato al principio di duplicazione. Sempre per fare un esempio, con il frammento metallico siete in grado di moltiplicare 1,25 per il numero di duplicati che vi servono, poi arrotondare tutto per eccesso per determinare il numero esatto di catalizzatori da adoperare. Ciò significa che otterrete due copie extra con 3 catalizzatori (2 x 1,25 = 2,50, arrotondato a 3), tre con 4 catalizzatori (3 x 1,25 = 3,75, arrotondato a 4) e via dicendo.

Ogni valore di duplicazione minore di 1 merita un approfondimento: un singolo catalizzatore con quel valore, infatti, vi consentirà di creare almeno una copia. Minore è il valore, maggiori sono i duplicati generati. Ad esempio, il Complesso multivitaminico (oggetto consumabile) ha un valore di duplicazione pari allo 0,50, perciò uno solo di questi oggetti consentirà di distillare due copie. Con lo stesso ragionamento, le Fragole di Ulwaat, che hanno un valori di duplicazione pari a 0,25, genereranno quattro copie l’una. Questa proprietà fa dei catalizzatori con un valore di duplicazione inferiore a 1 un vero portento.

Non dimenticate che sbloccando le abilità di Bioalchimia (fra le abilità Magiche) riceverete copie gratuite tutte le volte che distillerete una magie: una in più con Bioalchimia e due in più con Trialchimia.

Potenza delle Magie

La potenza di un incantesimo deriva quasi essenzialmente dal numero di unità di energia elementale impiegate nel processo di distillazione. Molto semplicemente, la potenza di una magia sarà pari a 5, se userete cinque unità di energia elementale.

Se scegliete di mescolare fra loro più energie elementali diverse, l’energia predominante conferirà un’unità di potere per ogni unità di energia. Ogni energia secondaria, invece, offre un’unità di potere per ogni due unità di energia. In caso di quantità equivalenti, è considerato elemento dominante il Fuoco, mentre il Gelo domina sul Tuono. Ciò significa che, se distillerete una magia con 10 unità di Fuoco e 10 unità di Gelo, creerete una magia di Fuoco, con una potenza pari a 15. Questo parametro è la somma di 10 unità di fuoco e di 5 unità di gelo (ossia 10/2 = 5).

Per ogni catalizzatore che deciderete di adoperare nel processo di distillazione conferirete ulteriore potenza alla magia a seconda del relativo valore di potenza offerto dal catalizzatore (maggiore info nella pagina “Elenco dei catalizzatori“).

Per concludere, ricordate che lo sblocco delle abilità “Alchimia” nelle abilità Magiche apporta un ulteriore incremento alla potenza di ogni magia elaborata. Per riferimento, la formula completa con cui potete desumere il valore di potenza di una magia è la seguente:

Potenza = (Numero di unità di energia elementale predominante) + (Numero di unità di energia elementale secondaria / 2) + (Valore di potenza del catalizzatore x Numero di catalizzatori) + Bonus abilità Alchimia potenziata

Livelli delle magie

Una volta arrivata a una certa soglia di potenza, una magia sale di livello. I limiti di un livello si attestano fra i valori di 100 e 200.  Ad esempio, una magia di Fuoco creata con una potenza fra 100 e 200 si tramuterà in Focora o Focoga. Potrete riconoscere i livelli delle magie sulle base dei suffissi che vengono aggiunti al nome della magia originaria. Nello specifico, “-ra” indica magie di livello 2 (nel nostro caso, Focora) e “-ga” indica magie di livello 3 (nel nostro caso, Focoga). Più alto è il livello di un incantesimo, maggiore è la sua portata di attacco, così come maggiore è il rischio che i compagni di squadra rimangano coinvolti nell’esplosione che genererà una volta scagliato.

I LIVELLI DELLE MAGIE
Livello Icona Energia elementale Potenza richiesta Nome della magia
1 Fuoco Fuoco Da 1 a 99 Focum
Gelo Gelo Da 1 a 99 Crio
Tuono Tuono Da 1 a 99 Fulgor
2 Fuoco Fuoco Da 100 a 199 Focora
Gelo Gelo Da 100 a 199 Criora
Tuono Tuono Da 100 a 199 Fulgora
3 Fuoco Fuoco 200+ Focoga
Gelo Gelo 200+ Crioga
Tuono Tuono 200+ Fulgoga

Dato che le vostre scorte massime di energia elementale non possono eccedere le 99 unità, potete arrivare a toccare il livello più alto di un incantesimo soltanto attraverso l’aggiunta dei catalizzatori, oppure con le abilità di Alchimia potenziata, che tuttavia hanno un elevato costo in termini di PA. Come accennato, ogni catalizzatore possiede un suo valore di potenza di base, che si aggiunge al numero di unità di energia elementale di cui vi servirete. 

Un esempio renderà tutto più chiaro: una magia distillata con 96 unità di energia elementale di Tuono genererà un Fulgor di livello 1, con potenza 96. Se le si abbina un catalizzatore con potenza 2, la potenza della magia salirà a 98. Se si aggiunge un ulteriore catalizzatore della stessa potenza, ecco che la magia avrà potenza 100, trasformandosi in Fulgora, ossia Fulgor di livello 2.

Distillare magie ibride

Il processo di distillazione si complica quando fondete insieme più energie elementali diverse. In questo caso, la vera discriminante è data dalle proporzioni degli elementi impiegati nel processo.  Per stabilire di che natura sarà la magia elaborata, che in questo caso prende il nome di magia ibrida, bisogna prima comprendere se l’energia elementale dominante vanta sulle altre una maggioranza assoluta o relativa. Un’energia ha la maggioranza assoluta se rappresenta il 50% (o più) di tutte le unità di energia elementale che vanno a costituire la magia da distillare.

Quando un’energia elementale possiede la maggioranza assoluta su energie elementali variegate (per esempio usate 10 unità di Fuoco su un totale di 18 unità complessive, quindi 10 rappresenta più del 50% del totale, essendo maggiore della metà di 18), questa energia elementale prevale sulle altre (nel nostro esempio, la magia distillata sarà Focum).

Quando un’energia elementale possiede la maggioranza relativa su energie elementali variegate (per esempio usate 10 unità di Fuoco su un totale di 22 unità complessive, quindi 10 rappresenta meno del 50% del totale, essendo minore della metà di 22), nessuna energia elementale sovrasterà le altre. In questo caso, creerete una magia dal nome Aleomanzia, scagliando la quale si genererà una magia casuale fra Focum, Crio e Fulgor.

Continua qui per Elenco completo delle Magie
Continua qui per Elenco dei Catalizzatori


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: https://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.