Final Fantasy XII: The Zodiac Age – La medaglia di Nabudis

Final Fantasy XII: The Zodiac Age - La medaglia di Nabudis

La medaglia di Nabudis” è una lunga missione secondaria che viene resa disponibile non appena sconfitto il Giudice Bergan a Bur-Omisace. Tuttavia, non potrete completarla fin quando non avrete visitato Archades. L’incarico è suddiviso in più parti:

La medaglia di Nabudis – Parte 1

Visto e considerato il pericoloso boss iniziale che vi attende, è preferibile aspettare le fasi avanzate di gioco per intraprendere questa missione. Per poter completare tutti i passaggi descritti in questa prima parte della missione è assolutamente necessario aver portato a termine preventivamente i seguenti compiti:

  • Essere entrati in possesso del Frammento impolverato dopo aver completato con successo la caccia a Orthros.
  • Essere entrati in possesso della Chiave delle Chiuse che vi ha consegnato Sorbet dopo aver completato con successo la caccia alla Mousse bianca.
  • Essere entrati in possesso della Lettera della casa vuota dal tavolo dell’abitazione di Dig nella Città bassa di Rabanastre, dopo aver completato con successo la caccia ad Alyadin. Questa lettera contiene la frase misteriosa “Est sudest est sudovest sudest“, ma non è necessario possederla per procedere con la missione.

Se dovete ancora completare alcune delle cacce sopra citate, vi consigliamo vivamente di farlo prima di cominciare. Soddisfatti tutti i requisiti, recatevi al Bosco di Salika attraversando i Monti Mosfora o la Costa Phon, oppure teletrasportatevi direttamente sul posto, se vi siete presi la briga in precedenza di attivare il Cristallo di Salika situato nel Sentiero della pace. Incamminatevi nel Giardino degli incontri per scatenare una furiosa battaglia contro un boss infernale.

Boss: Re Piros

Re Piros

Hp: 37.596           Lv: 34

EXP Totali: 0      LP Totali: 22

Strategia: Come intuirete, è possibile affrontare questo Boss anche durante la prima visita al Bosco di Salika, ma a quel punto dell’avventura si sarebbe rivelato molto più difficile da eliminare. Nelle fasi più avanzate, invece, dovrebbe risultare più semplice, specialmente se utilizzate delle protezioni resistenti al Fuoco (per esempio Basco di Adamantite, Giubba di Adamantite o Scudo Focum) e degli Stivali da Scudiero per prevenire lo status Olio. Potete reperire tutto questo al Campo di cacciatori della Costa di Phon. All’inizio del combattimento Re Piros è supportato da tre Bombe in miniatura con lo status Haste attivo. Annullatelo utilizzando Dispel e concentratevi contro il nemico principale (inutile eliminare le Bombe visto che vengono sostituite da altre durante la battaglia). Continuate le danze con Aqua o con armi dell’elemento Acqua. In ogni caso, il vostro nemico non tarderà molto prima di lanciare Olio su tutta la squadra. Se qualcuno dei vostri personaggi non sta indossando gli Stivali da Scudiero, usate tempestivamente le Carte assorbenti prima che infierisca con Fira e, ogni volta che attiva Protect, usate Dispel per neutralizzarlo. Quando gli HP di Re Piros scendono sotto il livello di rischio, lo vedrete dirigersi verso le zone periferiche del campo di battaglia dove tenterà di usare Terapia per ripristinare completamente la sua barra HP. Provate a eliminarlo in questo breve lasso di tempo e riprovate pure, se non ce la fate la prima volta: potreste aver bisogno di due o tre tentativi prima di riuscirci. Nel caso steste incontrando delle difficoltà per infliggere il colpo di grazia al nemico, considerate seriamente l’utilizzo di una combo d’Apoteosi da lanciare nel momento più opportuno. Se notate che la battaglia sta prendendo una brutta piega e la vostra squadra è a rischio di sconfitta totale, non rischiate inutilmente e toccate il Telecristallo nella zona adiacente. Quando vi siete ricaricati, raccogliete un po’ di concentrazione e ritentate di nuovo. Tenete conto che potete rendere questa battaglia molto più semplice, limitando il mostro con Slow e Novox per impedirgli di usare Terapia. Se questa idea non si adattasse alla vostra strategia, esistono comunque altre due fantastiche alternative. La prima è far indossare l’accessorio Niho palaoa a uno dei personaggi in campo e usare la Panacea o un C9H8O4 direttamente sulla creatura (in questo modo infliggerete lo status Virus precludendo a Re Piros ogni possibilità di curarsi), mentre la seconda comporta l’invocazione dell’Esper Belias, in grado di assorbire tutti i danni di tipo Fuoco e di curarsi durante il combattimento.

Dopo aver sconfitto Re Piros, continuate a nord attraverso il Giardino degli incontri e il Sentiero Screziato per raggiungere la Palude di Nabreus. I nemici Bacnamus che incontrerete in quest’area sono estremamente duri e in possesso di attacchi fisici spesso mortali. Non fatevi intimorire, comunque, e tempestateli con le magie del Gelo. Una volta eliminati, proseguite a nord attraverso la Roccia Muschiosa per giungere al Sentiero senza Voce. Usate il Salvocristallo in loco per salvare la vostra posizione. Avvicinatevi al burrone poco più in là per meravigliarvi di fronte alle rovine di Nabudis. Dopo la scena d’intermezzo parlate con Si moo Macleio, in piedi in prossimità del ponte distrutto.

Tornate a Rabanastre con il Cristallo di Salika e dirigetevi in profondità fino al Controllo Centrale dei Canali di Garamsythe. Davanti a voi troverete quattro differenti Sistemi di Livellamento numerati. Usate la Chiave delle chiuse sul Sistema di Livellamento 10 per aprire la chiusa e spegnere la luce del congegno. A questo punto anche gli altri congegni dovrebbero essere tutti nella stessa situazione, ma – se così non fosse – ricordatevi di aprire quelli chiusi. È arrivato il momento di decifrare il messaggio contenuto nella Lettera della casa vuota. Chiudete il Sistema di Livellamento 11 e il Sistema di Livellamento 4, aprite di nuovo il Sistema di Livellamento 11 e chiudete il Sistema di Livellamento 3 e per finire aprite il Sistema di Livellamento 4. Dirigetevi sull’altro lato del Controllo Centrale dove avete appena visto alzarsi la diga e raccogliete la Scheggia Luccicante dal pavimento davanti a voi (figura). Così entrerete in possesso del Frammento Annerito.

Visitate Dalan nella Città bassa e parlate con Rockenmuu. Terminata la conversazione, rivolgetevi a Kytes nel Rione nord o a Philo nel Rione sud (figura). Salite nella Piazza delle Porte e parlate con la Donna Assorta/Smemorata in prossimità della fontana per ascoltare la sua storia. Dirigetevi al Quartiere ovest – Bazar Misir e parlate con il Mercante Bangaa (figura) che si trova proprio nel bel mezzo del mercatino (fate attenzione a non confondervi perché ce ne sono due). Chiedetegli informazioni in merito alla collana e dirigetevi alla Magicheria Yuguri del Quartiere est. Parlate con il Soldato della taverna inginocchiato sul pavimento per tentare di capirci qualcosa di più. Al momento opportuno riferitegli della donna che avete incontrato vicino alla fontana. Fate attenzione alla conversazione e tornate da Philo nel Rione sud. Ditele che avete bisogno della donna e finite per accettare di incontrarvi direttamente alla Magicheria Yuguri per parlare con il Soldato della taverna. Così facendo, l’azione riprenderà all’interno del negozio. Avviate una conversazione con l’uomo, al termine della quale riceverete il Frammento Sporco: si tratta di un altro oggetto basilare per risolvere l’enigma. Tornate da Dalan e consegnate a Rockenmou i tre frammenti che avete raccolto dall’inizio del gioco a ora per completare la prima Medaglia del coraggio

La medaglia di Nabudis – Parte 2

Potete completare la caccia alla seconda Medaglia solo dopo aver raggiunto Archades. Dirigetevi alla Magicheria Charilot, rivolgetevi a Rockenmuu e chiedetegli della Medaglia. Ora parlate con Otto l’Archadiano, che può essere rintracciato nel Vicolo Controvento della Vecchia Archades (figura), per ricevere la Medaglia di Lunerio. Riportatela a Rockenmuu, che vi aspetta sempre alla Magicheria Charilot di Archades, per concludere la seconda parte della missione. 

La medaglia di Nabudis – Parte 3

Per la terza e ultima parte della missione è meglio attendere uno stadio più avanzato dell’avventura, quando sarete in grado di affrontare al meglio i mostri che vi sbarreranno la strada. Se vi siete cimentati nelle precedenti sessioni di questa avventura secondaria, dovreste oramai possedere due Medaglie. Se così è, fate pure ritorno da Macleio nella Palude di Nabreus (zona Sentiero senza Voce).

Questo personaggio vi suggerirà di incamminarvi verso il tempio in cima all’Altura dell’eterno. Fatto questo, proseguite a est dal Sentiero senza Voce e superate anche la Valle dei Lamenti. Avanzate, poi, a nord per trovare il Sentiero d’Ombra e continuate a est per entrare nel Pianoro del Sonno. Correte tutto a nordovest, proprio nei pressi della roccia grigia, per scorgere un sentiero nascosto (vedi mappa). Imboccatelo per arrivare nel Sentiero nebbioso e avanzate verso l’Altura dell’eterno. Continuate fino in cima e accostatevi al tempio sacro, in cui Macleio vi consegnerà la Medaglia del coraggio, la Medaglia dell’amore e la Medaglia senza forza, chiedendovi di eliminare Humbaba, Fury e Chaos.

Per terminare questa missione, tornate al Pianoro del Sonno e proseguite a nord attraverso il Lembo del Conforto. In questa zona potrete incontrare un Cristallaracne Rosso, che si tramuterà in Telecristallo una volta eliminatolo. Superate le Acque mortifere ed andate ad est nello Spiazzo dei Reali per rientrare a Nabudis. Due delle tre medaglie in vostro possesso possono essere usate per aprire delle porte speciali che incastonano i mostri di cui preannunciava Macleio. Sebbene sia possibile aprire tutte le porte nell’ordine che vi è più congeniale, consigliamo di iniziare con il Capo Humbaba, in modo tale da sconfiggerlo ed entrare in possesso della utilissima Mappa di Nabudis.

Partendo da questo presupposto, dall’entrata del Corridoio della Forza imboccate l’uscita a sudovest per entrare nel Corridoio della Promessa, quindi proseguite nella stessa direzione per raggiungere la Sala dei Magnanimi (mappa). A questo punto dirigetevi ad ovest, nella Sala della Dolce Melodia (nella regione sudovest di Nabudis, mappa), esaminatema la Porta della Paura ed utilizzate la Medaglia del coraggio per dare il via al combattimento.

Boss: Capo Humbaba

Capo Humbaba

Hp: 314.086 Lv: 46

EXP Totali: 0 LP Totali: 35

Strategia: Capo Humbaba mostra una forte predilezione per l’attacco Frantumarocce, capace di infliggere Inerzia e Inabilità sui membri della vostra squadra. Fortunatamente per noi, è possibile evitarlo con tutta classe attivando lo status Levitazione. All’inizio della battaglia, potreste ricorrere a Dispel per annullare i suoi status positivi, ma occhio perché, così facendo, Humbaba contrattaccherà con Darkness. Proprio per questo motivo vale la pena di farsi furbi e di equipaggiare delle Maschere nere (per assorbire danni che altrimenti sarebbero tremendi). Lanciate, poi, Slow sul nemico ed insistete a forza di colpi Sacri (che siano attacchi fisici o magie), aggiungendo di tanto in tanto qualche bel Clade.

Dopo aver abbattuto il primo mostro, otterrete la Mappa di Nabudis. Adesso, avanzate verso il Corridoio della Promessa nella regione nordest di Nabudis e usate la Medaglia dell’amore con la Porta dell’odio per scatenare il prossimo Boss.

Boss: Fury

Fury

Hp: 69.710 Lv: 46

EXP Totali: 0 LP Totali: 35

Strategia: Questo avversario potrà apparirvi dolce, tenero ed innocuo; in realtà, capirete che il proverbio “l’apparenza inganna” qui calza a pennello. Fury, infatti, diventerà una vera peste non appena i suoi HP caleranno sotto il 50%. Durante tutta la battaglia, inoltre, manterrà sempre attivo lo status Furia, somministrandosi di continuo la Grappa di Bacco. Per tentare di calmarlo un po’, usate l’immancabile Dispel, quindi mettetecela tutta e scatenatevi ogni qualvolta si presenti l’occasione! Se poi volete davvero danneggiarlo, potete ricorrere a delle armi infuse con l’elemento Acqua (tipo il Fomalhaut caricato a Cartucce d’acqua).

Una volta andato anche il secondo della lista, la Medaglia senza forza si trasformerà in una Medaglia della forza. Recatevi, quindi, verso la Sala dei Magnanimi nel centro di Nabudis e usate la Medaglia della forza nella rientranza della Porta dello sconforto. Questo farà scattare lo scontro con Chaos, uno degli Esper segreti di Final Fantasy XII (info, dettagli e strategia qui). Sarà proprio lui, difatti, la vera ricompensa per aver completato questa missione.


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: https://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.