[Fan Fiction] Final Fantasy X-3

Autore: rikk992 [Scrivi]

Disclaimer: Tutti i personaggi descritti appartengono ai rispettivi proprietari.

Genere: Romantico, Demenziale

Rating: verde

Introduzione

Tutti pensano che la fine di Final Fantasy x-2 sia questa: Yuna ritrova Tidus, Vegnagun viene sconfitto e tutti vissero per sempre felici e contenti. In verità le cose non andarono proprio così . Qui è la vostra narratrice preferita che vi racconterà la storia di Gippal, Baralai, e Nooj dopo lo scampato pericolo di Vegnagun…

Final Fantasy X-3

Final Fantasy X-3Tutti pensano che la fine di Final Fantasy x-2 sia questa: Yuna ritrova Tidus, Vegnagun viene sconfitto e tutti vissero per sempre felici e contenti. 


In verità le cose non andarono proprio così .

Qui la vostra narratrice preferita che vi racconterà la storia di Gippal, Baralai, e Nooj dopo lo scampato pericolo di Vegnagun…

Tutto ormai era passato. Vegnagun era stato sconfitto e Yuna aveva ritrovato il suo Tidus. I gabbiani scelsero di continuare la loro vita di caccia sfere anche se Fratello non era molto contento dell’entrata di Tidus nella squadra.
Ma cosa accadde a Gippal, Baralai e Nooj?
Loro formarono una squadra di soccorso, si occupavano di tenere Spira in ordine mantenendo la pace e difendendo le città dai mostri.
Era un giorno come un altro e i nostri eroi sorvolavano il deserto di Bikanel con un’aeronave simile alla Celsius, di nome Suislec (… -.- è solamente il nome di Celsius scritto al contrario…i nostri eroi hanno poca fantasia)
Gippal era ai comandi dell’aeronave, Nooj si occupava della parte informatica, Baralai invece ammazzava il tempo giocando a sferocentro con un Hypello.
G: Ragazzi! Qualcuno ha voglia di giocare…
B: sì, io! Qualcuno mi dà una mano? Quest’ Hypello mi sta schiacciando!
G: Veramente io mi riferivo al Fluvilunio, ci sono dei mos…
B: Che bello! Andiamo al Fluvilunio a giocare a sferocentro?
G: giochiamo a quante noccioline riesco a infilarti su per il c…
N : GIPPAL!
G: scusa…
N: avanti scendiamo che siamo arrivati.
I nostri eroi scesero dall’aeronave
N: è tutto tranquillo!
B: troppo tranquillo!
G ( eseguendo un balletto degno di un Albhed): NA NA RA NA NA, NA NA RA NA NA! NA NA RA NA NA NA RA NA NA….
B e N: -.-
G: Sono Bond! Gippal Bond!
B e N: -.-“
Ehm.. ehm… dopo l’ esibizione di Gippal colto probabilmente da una crisi d’identità i nostri eroi si avventurano lungo il Fluvilunio. C’era tanta calma.
N: Ma non avevi detto che c’erano mostri?
G: infatti! Non capisco! Prima c’erano!
B: Eh? Mostri? Dove? Quando?
N: -.-
G: x.-
N: Buongiorno Baralai! Hai dormito bene? Questa è Spira, hai presente?
B: sì certo! Siamo sul Fluvilunio.
G (allontanandosi con le mani tra i capelli): basta io ci rinuncio! Non capisce una sega quello!!!!
N: Baralai ascolta, lo sai che Gippal si offende quando si accorge che non lo ascoltiamo, fai come me, recita bene! Ehi? Mi stai ascoltando?
B: certo!….Dicevi?
N: O_O
B: sto scherzando!!!
G (da dietro un cespuglio): Ehi ragazzi! Venite a vedere!
N: Gippal non voglio vedere di nuovo che riesci a fare la pipì senza usare le mani…
G: no questo è meglio fidati!
B (correndo verso Gippal): e dai Nooj! Muovi quelle gambe di metallo che ti ritrovi!
N (camminando): Sto correndo!
Baralai e Nooj raggiunsero Gippal
B e N: un varco?
G: esatto!!!
B: Andiamo!
N: dove? Andiamo dove? Ma sei scemo? Chissà cosa c’è dietro!
G: Baralai ha detto ANDIAMO!
B: A
G: N
B: D
G: I
B: A
G: M
B: O
G: Punto esclamativo!
N: -.- …… Lo so come si scrive Andiamo!
B e G (prendendo Nooj in collo): ANDIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
N: Aspettate! Il mio bastone!
B: lo prendo io.
G: Baralai che c***o fai? Così cadiamo!
Così urlando i nostri eroi caddero nel varco
B: sono caduto sul morbido…anche se c’è qualcosa che mi dà fastidio sotto il sedere
N: è la mia gamba!
G: sei caduto su di noi deficiente!
B (alzandosi): ops!!!! Ihihihih…dove siamo?
G: non ne ho idea!
N: è strano come posto… è pieno di case illuminate!
G: la gente veste in maniera strana
N: ti sei visto allo specchio Gippal???
G: sì! Sono bello vero?
B e N: -.-
G: da chi scappano?
B: chi scappa?
N: la gente
G: sì ma da cosa?
B (indicando dietro ai nostri eroi): forse da quello?
N: una chimera!
B: lo combatto io! All’attacco!!!
N: si… -.- voglio vedere quanta strada fai con il mio bastone…
B: -.-“
Gippal non si trattenne e scoppiò a ridere come un folle buttandosi per terra.
Quando tutti si furono ripresi riuscirono ad attaccare la chimera e a (miracolosamente) sconfiggerla. I mostri però non erano finiti. La città era infestata.
G: devono essere passati anche loro dal varco…
B: datemi una B!
G: datemi una G!
N: datemi pace!
B: andiamo Nooj cosa ti costa dire “datemi una N!”
N: se ti do il bastone in testa vale lo stesso? Comunque io quel balletto ridicolo non lo faccio…
G: tanto l’invocatrice Yuna e i suoi piccioni viaggiatori non verranno mai a scoprire che gli abbiamo rubato l’idea per il balletto!
N: io quel coso non lo faccio! Mi si allentano i bulloni!
B e G: -.-“
E alzando (orgogliosamente?) le spalle i nostri eroi cercarono di eliminare più mostri possibile…
G: ne ho battuti 6!
B: 347!
G: X_O
B: no scusa…devo aver sbagliato a contare…sono a 7
G: poi mi spieghi come hai fatto ad arrivare a 347!
N: pivelli!
G: cos’hai da lamentarti? A quanto sei?
N: 32! Qualcosa da ridire?
In quel momento una ragazza passò accanto a Gippal correndo inseguita da un Lupus, un’altra la raggiunse gridando quello che probabilmente era il nome della prima
???: Alex!!!!
Il lupus aveva attaccato anche la seconda. Stavano per essere uccise quando Gippal lo bloccò sparandogli addosso.
G: tutto ok?
A: sì, penso! Grazie! Vero’ come stai?
???: insomma può andare meglio! Grazie…il mio nome è Veronika mentre lei è Alex!
G: piacere, mi chiamo Gippal!
B(da lontano): Gippal attento al…
Ma non fece in tempo a finire la frase che un Babhit colpì Alex che cadde nel varco insieme alla sua amica
G: No narratrice Aspetta un attimo! Come ha fatto il varco a trovarsi qui proprio in questo momento? Prima non c’era… da dove è sbucato?
Ehm…era sempre stato lì…mi sa che devi fare una controllata all’occhio…
G: il mio occhio ci vede benissimo…e le mie orecchie esigono una risposta… da dove è sbucato il varco?
È sempre stato lì…te lo assicuro…
G: non è vero!
Senti mi hai stufato…io sono la narratrice quindi quello che dico io è legge…mho zitto e nuota…
G: X_O nuota???
Ehm, ehm dicevo… ah sì. Alex cadde nel varco…


GIPPAL!!!!
G: che c’è?
Non dici niente???? 2 ragazze sono appena precipitate dentro un varco e tu stai lì a farti le unghie?
G: non mi stavo facendo le unghie!
B: Gippal che è successo?
Grazie a dio esistono persone intelligenti che sanno come mandare avanti la storia…grazie Baralai… G (con un sorrisino da ebete):niente!
B e N: -.- niente? Sicuro? E le ragazze che erano con te dove sono?
G: al cesso!
B e N: -.-“
G: scusate….sono cadute nel varco…
B: e non l’hai fermate?
G: x.-“ si e magari facevo loro anche la multa per eccesso di velocità!
N: andiamo dentro anche noi…potrebbero essere in pericolo…
B: e il resto della città?
N: sono troppi i mostri non ce la faremo comunque… andiamo…
I nostri eroi si tuffarono di nuovo nel varco e..
G: videro le ragazze che avevano fatto amicizia con degli Hypello e si facevano le canne. I nostri bellissimi eroi si unirono a loro e vissero per sempre felici e contenti…
-.-“ Gippal la narratrice dovrei essere io…ritorna nella storia altrimenti ti metto a fare la comparsa che muore schiacciata da uno shoopuf..
G:…scusa…scusa…continua pure…
Bravo. Vedo che hai capito. Dicevo… ritornarono al Fluvilunio e lì non videro nessuno. Il varco si chiuse alle loro spalle ma dove erano le ragazze?
N: sentite anche voi questo baccano?
G: no!
B: no!
No!
N:-.- narratrice almeno tu assecondami…
Ma io non sento niente!
N: lasciamo perdere.
G: ehi guardate!
N: un altro varco?
G. no!
B: le ragazze?
G: no!
N: i mostri?
G: no!
B: Sin?
N: -.- sin?
B: sì perché? Può essere resuscitato!
G: no!!! Riesco a fare la pipì senza usare le mani…
N e B: -.-“”
Dopo la rivelazione di Gippal i nostri eroi riprendono il cammino (perché lo avevano cominciato?)
Non ci volle molto a trovare le 2 ragazze che erano circondate da budini blu.
N: visto che c’era qualcosa a fare rumore?
Sì? Dici? E se ti dicessi che tutti erano sotto l’effetto del mutismo? (budini compresi)
N: sei ingiusta… non vuoi proprio darmela vinta?
Ihihhihh no
Dunque…i nostri eroi salvarono eroicamente (?) le donzelle in pericolo
G: donzelle?
Zitto parla il re!
G: x.- zi badrona
Comunque…torniamo seri…questo doveva essere un racconto romantico! Siete dei deficienti avete rotto l’atmosfera!
G: a proposito di sfera. Guardate qui.
-.-“ della serie “chi se ne frega della narratrice”….Gippal tirò fuori da un cespuglio una sfera
N: perché sei sempre tu che trovi roba?
G: non lo so…chiedilo al RE!
…chi…io? Io sono solo la narratrice e racconto le vicende. Non porto modifiche alla storia.
B: davvero?
…siiiii…ti piacerebbe!!! riprendiamo con il racconto e smettetela di interrompere!
A: cos’è quella?
B: una sfera! Registra e ti fa vedere cosa hai registrato!
V: tipo una telecamera.
N: cos’è una telecamera?
A: una sfera di metallo però ha la forma di un parallelepipedo
B e N: ooooooooohhhhhh
G: dai guardiamola!
La sfera faceva vedere il lago di Macalania, e un uomo che guardava il panorama.
A: O_O papà!
Alex colta da un attacco isterico prese la sfera e iniziò ad agitarla
A: come si accende sta cosa! Quello era mio padre…accendetemi quest’aggeggio prima che lo maciulli!
Tutti: O_O (Gippal: X_O)
V: qualcuno la esorcizzi!
B: ma chi era quello?
Tutti : -.- (Gippal : x.-)
A: mio padre è stato qui. Magari è ancora vivo! Voglio cercarlo!
Tutti : ok…buon viaggio!
A: O_O…..buuuuuuuuuuuuu !!! voi dovreste accompagnarmi! Veronika tu che sei mia amica mi abbandoni così? E voi? Voi conoscete questo posto come le vostre tasche!
G: dai aiutiamola!
N:….va bene
B: si!!! Un’altra missione per noi impavidi eroi!
G: all’attacco!
B: datemi una B!
G: datemi una G!
N:……
B e G: e dai Nooj!!!!!
A: datemi una A!
V: datemi una V!
I ragazzi le guardarono sorpresi, Alex e Veronika fecero l’occhiolino e loro risposero con un sorriso a 57 denti e mezzo!
G: 57 e mezzo?
Ho esagerato un po’…ihihihih
N: ragazzi o vi muovete a salire sull’aeronave o vi lascio a terra!
Tutti corsero dentro e Alex e Veronika fecero il giro dell’aeronave con Baralai che li faceva da guida turistica(anche se non capisco che bisogno c’era di tenere alzato sulla testa un ombrello chiuso -.-). Nooj diede alle 2 ragazze delle looksfere così avrebbero potuto combattere anche loro. A Alex diede la looksfera della pistolera mentre a Veronika bandita
N: l’ho fregata a Rikku e Yuna….non dite niente a nessuno ihihihih
I ragazzi con l’aeronave visitarono un po’ di posti alla ricerca del padre di Alex… visitarono Luka, Kilika e la via mihen. Ma di suo padre neanche l’ombra.
Quella sera i nostri eroi ed eroine si divertirono a giocare a sferocentro, a mangiare, bere e scherzare.
A: buono questo. Cos’è?
G: sakè! L’ho rubato nell’oltremondo ad Auron di Final Fantasy X.
C’era una gran confusione, Gippal e Alex bevvero il sakè di Auron con così tanto gusto che si addormentarono ubriachi.
La mattina dopo tutti si svegliarono di soprassalto per colpa dell’Hypello che doveva sostituire Gippal alla guida dell’aeronave, aveva perso il controllo e si stava per schiantare al suolo…ma dopo aver preso un po’ di alberi era riuscito a rialzarsi.
N: un Eone!
G: Vegnagun!
B: Sin!
V e A: O_O eehhh??
Andarono a controllare e quando Gippal seppe che la sua aeronave aveva riportato qualche piccolo danno (e con piccolo intendo una fincata intera graffiata e de pezzi di aeronave sostituiti da tronchi d’albero) cadde nella più totale disperazione
G: buuuuuuuuuuuuuuuuuu….soooooooooooooobbbbbbb….ueeeeeeeeeeeeeeeeee…. snif snif….buuuuu
N: lasciamo perdere….dirigiamoci alla via Micorocciosa.
B: ehm..sei sicuro che i rapporti dei tuoi con gli neoyevoniti siano migliorati? Non vorrei ritrovarmi qualcuno che mi rincorre con i forconi…
N: tranquillo tutto risolto..e poi…i forconi?? Non sono mica contadini!
I nostri eroi scesero dall’aeronave…e come previsto si ritrovarono i componenti della lega che gli andavano incontro…solo che non erano tanto felici di vederli…
Componenti della lega: a morte gli neoyevoniti! A morte i traditori della lega! A morte gli stranieri! A morte gli automisti!
G: ma non sanno dire altro?
N: lascia perdere cosa sanno dire e scappa…
Nooj premendo un tasto sulla sua gamba comparvero sotto i suoi piedi dei pattini e corse via…
Qualche urla dopo…
N: come minimo ho perso 5 kili…
G: ci credo con tutti i pezzi che perdevi…
B: cos’è questo tempio strano?
G: siamo arrivati al tempio di Djose!
I nostri eroi entrarono nel tempio, tutti gli automisti li guardarono con gli occhi lucidi…
G: visto? Altro che la lega…loro sì che adorano il loro leader…
Automisti (accerchiando Nooj): da dove vieni uomo di metallo? Sei costruito con dei pezzi di valore…
G: x.-“
N: Gippal ferma i tuoi prima che mi smontino!
G: è un miracolo che non lo sei già.
Allontanati gli automisti da Nooj
Automista: Gippal, Gippal!
G: Nadala? Ma non dovevi rimanere al deserto di Bikanel?
Na: come non lo sai? La base del deserto è andata distrutta! In Final Fantasy X-2 Yuna se n’è fregata di salvare la base ed è corsa nell’oltremondo da Shuyin
G: non ha finito il gioco al 100%
Na: non si è goduta il perfect ending.
G: se l’è meritato! Volevi dirmi qualcosa?
Na: sì. Proprio ieri è uscito dal buco nel tempio Sir Auron. Ti cercava.
G: cosa? Auron? Tu ovviamente hai detto che non c’ero…
Au: no! Mi ha detto di aspettarti qui!
G: Auron! Qual buon vento? Accidenti non pensavo di vederti. Ma sei proprio tu in carne ed ossa. Cioè…volevo dire….ecco…beh tu sei morto quindi non puo avere ne carne….ne…ossa….giusto?? [email protected]
Au: dov’è il mio sakè?
G: il tuo che?
Au: è mio…
G: io…temo di averlo bevuto….tutto!
Au: ok..vorrà dire che ne farò altro con il tuo sangue…
G: àààà…no aspetta…andiamo…era solo un po’ di sakè…era venuto male…e poi io non sono molto commestibile…ho il sangue amaro…àààà fermo con quella spada!
A (mettendosi tra Auron e Gippal): Fermo! Anch’io ho bevuto il tuo sakè…quindi se vuoi uccidere lui dovrai uccidere anche me..
Au (alzando le spalle): ok!
A (nascondendosi dietro a Gippal): no! io scherzavo! Se l’è bevuto tutto lui! Da solo!
G: ma cosa…no Alex non mi abbandonare nelle mani di questo fol….cioè…di quest’uomo così valoroso e potente…
Au: muori moccioso!
G: àààààà!!! Scusaaaa!!! Te ne procuro altro!
Auron si fermò appena in tempo, diede a Gippal solo una spuntatina ai capelli
Au: sai che costa parecchio?
G: quanto?
Au: 300.000 guil
G: X_O ……………. UCCIDIMI!!!!!!!!!!
Au: no…io voglio il sakè. Non spargimento di sangue,.amaro oltretutto…
G: ma io non ho tutti quei guil!
Au: arrangiati!
Na: Gippal, Gippal!
G: ancora? Ma che c’è?
Na: dei mostri attaccano il tempio, e qui dietro c’è anche un vortice, molti provengono da lì!
G: possibile che dove vai tu ci sono guai?
B: Andiamo!
G: ok
A e V: ma noi…non sappiamo combattere
N: è ora che impariate
A: grazie mille!
V: antipatico!
B: tranquille se avete bisogno vi aiutiamo noi.
G: lasciatelo perdere quello.
B: datemi una B!
G: datemi una G!
A: datemi una A!
V: datemi una V!
B,G,A e V: go!
I nostri eroi uscirono felici e rientrarono pestati ma vittoriosi (davvero?? Auroooonnn….sono sopravvissuti! Dammi i miei mille guil della scommessa!!)
G: tra un po’ ci rimettevo anche l’altro occhio!
N: tra un po’ ci rimettevo anche l’altra gamba!
B: tra un po’ ci rimettevo anche l’altra palla!
Tutti : O_O (Gippal: X_O)
B (accasciato a terra con le lacrime agli occhi): stavo scherzando, ahahahah
Na: Gippal! Gippal!
G: noooooooooooo!!! Vade retro porta-iella!
Na: volevo solo dire che il varco si è richiuso…
E i nostri eroi ripartirono.
B: Gippal ma com’è finita la storia con Auron?
G: per saldare il mio debito ho dovuto lasciargli il tempio con tutto quello che c’era dentro, compresi gli automisti e la mia biancheria intima.
B: così ne tu ne Nooj avete più un gruppo!
N: a quanto pare.
I nostri eroi proseguirono e si fermarono a casa di Leblanc che aveva preparato una festa in onore del ritorno di Nooj.
L: Noojino-ino amorino mio hai fatto un bel viaggio? Tieni mangia….tieni bevi… dai riposati
N: aiuto!!!!
I nostri eroi passarono un’altra serata a far baldoria…Alex e Veronika si erano appisolate per terra così come Baralai; Gippal era messo seduto con la schiena appoggiata al muro vicino a Baralai, Nooj invece era a letto (ricordiamo che in quella casa l’unico letto a parte quello di Ormi e Logos che erano occupati, era quello di Leblanc….e anche lei era nel suo letto)
Il risveglio non fu dei più calmi e tranquilli, infatti Gippal mentre dormiva era scivolato lentamente verso Baralai e senza volerlo ci era caduto sopra dandogli un bacio.
B e G: ààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààà……(seguito da una fuga verso il bagno per sciacquarsi la bocca)
G (sputando l’acqua che aveva in bocca in faccia di Baralai): è colpa tua che mi stavi troppo vicino…
B: -.- sei disgustoso!
G: ihihihih
N: ragazzi vi stuprate a vicenda un’altra volta…squagliamocela finché Leblanc dorme…
G: Nooj? Ma non stavi dormendo?
N: come facevo con voi che urlavate come dei pazzi…
G: ma povera Leblanc…
N: andiamo e non fate storie. Svegliate le ragazze. Non ho voglia di sentirmi chiamare di nuovo Noojino-ino. Io chiamo l’aeronave.
B: semmai chiami l’Hypello che lo guida.
N: è uguale.
B(a Gippal): guardale come dormono tranquille…mi dispiace svegliarle
G: allora non le svegliamo
B: le vuoi lasciare qui? Sei scemo?
G: ma no idiota! Si prendono in spalla.
B (chinandosi per prendere Veronika): ok..
I nostri eroi salirono sull’aeronave e ripartirono
Au: è la loro storia!
Auron ? Che ci fai qui?
Au: è la mia storia!
Eh no bellino! Hai rubato il lavoro a Gippal non lo ruberai pure a me. Questa è laMIA storia. Intesi? MIA! M-i-a!
Au: devo scrivere la mia storia!
Allora tieni, carta e penna e ora vai di là a scrivere la tua storia.
Au: questa…
Ho detto VATTENE! Questo è un racconto romantico (-.- ci sto provando…non è facile visto gli elementi che ci sono) non un libro di filosofia
Au: vuoi dire che sono filosofico?
No! Vuol dire che sei noioso come un libro di filosofia! Vai di là che è il tuo destino. Bene. Cacciato Auron riprendiamo il racconto.
I nostri eroi giunsero alla piana dei lampi e…
Au: cosa c’è di romantico nella piana dei lampi?
Ancora qui sei?
Au: è il mio destino. Ascoltare questa storia, fa parte della mia storia.
-.-“…sì…dicevo…arrivano alla piana dei lampi.
N: che succede alle torri parafulmini?
G: dei mostri succhiano l’energia dai fulmini.
B: ma questa missione non dovevano farla le YURIPA?
G: Yuna se n’è fregata anche di questo…
N: e dobbiamo farlo noi?
G: esatto!!!
A: no aspettate, dobbiamo ancora combattere?
G: esatto!!!
No!
G: esat….come scusa??
E no scusate!! Questa è un racconto romantico e non di avventura…se quella scansafatiche di Yuna non l’ha fatto perché dovete farlo voi?
N: perché è il nostro dovere?
Era anche dovere di Yuna… e poi ho già sprecato troppi fogli (e la maggior parte gli ho usati per litigare con voi!)… andate direttamente al bosco di Macalania…
E come ordinato…i nostri eroi andarono al bosco di Macalania… Baralai e Veronika si divertivano a rincorrere le farfalle blu mentre Nooj cercava di capire da che parte andare (capirai…basta seguire il tronco -.-), Gippal e Alex invece giocavano con le scimmie che erano lì ( perché,c’erano scimmie?)…
Au: che racconto noioso…. Quand’è che si decidono a fidanzarsi così la piantiamo con sta storia inutile?
Zitto e ascolta! Altrimenti ti rimando nell’oltremondo a pedate….e non rovinare più l’atmosfera! Uffa…la smette Gippal di rompere e ci si mette Auron…
Au: è il tuo destino!
O_O…. ok….ignoriamolo….magari la smette…
N: ok ragazzi, rimettiamoci in marcia…di qua!
I nostri eroi (Au: ma quali eroi??? Sono tutti mocciosi! ……..Narratrice: zitto cadavere!!!) giunsero al lago di Macalania (Au: ricordate il lago?? Dove Yuna e Tidus pomiciarono per la prima volta…..narratrice: Auron!!!!!!!!!! Smettila o chiamo Lulu… Au: chi? La tettona? Si dai! Dov’è??…..narratrice: O_O….)
Baralai, Gippal, Alex e Veronika si tuffarono immediatamente (vestiti!!!)… Nooj invece si sedette a guardarli, dopo un viaggio così faticoso ci voleva un po’ di riposo e di svago.(sai quanta fatica hanno fatto…non facevano che ubriacarsi)
Veronika subito ne approfittò e provò ad affogare Baralai (Au: O_O…. ma non si dovevano innamorare?….narratrice: idiota stanno giocando! E ora hai svelato cosa succederà dopo!!….Au: capirai…come se non si fosse capito).
I ragazzi si stavano divertendo a schizzarsi e ad affogarsi…(Au: come si divertono male…) quando Alex si immerse ed andò a giocare con i cavallucci marini sott’acqua (Au: i cavallucci marini in un lago? …..Nar: su Spira tutto è possibile……Au: se lo dici tu) e Gippal le andò dietro.
In superficie rimasero solo Veronika e Baralai che giocavano a schizzarsi, Veronika però iniziò a scappare e Baralai la inseguì. Dopo aver fatto il giro dell’albero che c’è in mezzo al lago per ben 3 volte Baralai riuscì a fermare Veronika bloccandola contro l’albero stesso, i due erano bagnati fradici, e si guardavano neglio cchi con il fiatone, Veronika si lasciò trasportare dall’atmosfera e diede un bacio a Baralai. Lui rimase impietrito. Lei si stacco subito
V: oh dio! Scusa! Mi dispiace! Che stupida che sono….(e si allontanò)
Baralai però riuscì a riprendersi prima che lei si fosse allontanata troppo l’afferrò per un polso e riportandosela vicino, la baciò.
Au: viva gli sposi!!!!!
-.- Auron…si sono solo baciati…non si sono sposati
Au: è uguale!
Passiamo all’altra coppia..
Au: ormai sono morti affogati! Sono da sotto per troppo tempo
-.-…..tornarono a galla vivi e vegeti
Au: O_O e come hanno fatto?
Cavoli loro…avranno avuto le bombole per l’ossigeno.
Uscirono dal lago, ormai era ora di andare. Andarono a Bevelle e anche lì non ebbero un caloroso abbraccio familiare.
Gli neoyevoniti puntarono i fucili contro i nostri eroi (Au: dove vanno loro c’è guerra…)
B: che succede?
Neoyevoniti: a morte i ladri di looksfere!!!
N: mi sa che hanno ricevuto ordine da Yuna e Rikku…
B: che centro io con sta storia? Sei tu che hai rubato le looksfere idiota!
N: idiota ci chiami qualcun altro! In questo gruppo l’unico che ha un briciolo di cervello sono io!
A,V,G e B: ehy!!!!!!!!!!!
A: cosa ne sai tu di quanto sono intelligente io?? Non mi conosci neanche!!
V: appunto! Cosa ne sai tu! E poi non siamo state noi a rubare le looksfere!
N: ma voi le indossate!
A e V: che centra?????
N: e poi vogliamo parlare di questi 2 idioti?? Uno si vanta di saper fare la pipì senza usare le mani e l’altro invece non capisce mai una sega!
G: provaci te a fare pipì senza le mani…e comunque questo non vuol dire che io non sia intelligente! Guarda che ho fatto con l’mp3 di Alex!
A: il mio mp3? Dove l’hai trovato?
G: per terra sul Fluvilunio
Gippal aveva trasformato l’mp3 di Alex in una macchina intelligente che oltre a contenere musica, registrava, faceva foto e camminava perfino da sola…aveva pure gli occhi
A: wowwwwwwwwwww!!!
V: lo voglio anch’io!!!
G: visto? Fallo te quel coso!
N: sai solo fare quello e ti vanti tanto…
B: comunque non è vero che io non capisco una sega…ho sempre capito tutto è solo che mi divertivo a prendervi per il culo…
G: hfrnerkljv gjrigvr g fgvbdv erjktg g g gvroj…..
A e V: O_O che lingua è?
B: ehm…Gippal….quello non era albhed…. Hai solo scazzato qualche lettera
N: cosa c’è ti devi vantare del fatto pure che sai parlare albhed?
B: ma quello non era albhed!!! Era…era…non era una lingua!!!
G:ebndh*nfeuifhn<fhnerin
B: smettila!! E poi spiegami che ci incastra l’asterisco
G:enerifrifri4v jtg tgerjti gnkrt rn ferk
B: -.- ci rinuncio….è convinto di parlare albhed… ufhenrej rg gvd g…non ci vuol molto
G: ehi Baralai…da quando in qua parli albhed?
B: -.- ifj grgrgn ergj
G: ma sei bravissimo!
B: -.-“
N: smettetela di parlare albhed che non vi capisco!!
B: se è per questo non capisco nemmeno io cosa sto dicendo!
N: smettetela! Non prendetemi per il culo!
B: ma sei scemo?
G: sdevgtj tgjt g nm xcdfk kkvfnf ifmnvbfdk
Ormai le parole dette in contemporanea sono incomprensibili, quel povero gruppo di scemi iniziò a scannarsi da solo.
Lasciamoli discutere per un po’…Auron ti và di offrirmi un po’ di sakè intanto?
Au: NO!
O_O grazie mille!!!! Io ti faccio interagire con il racconto e tu mi tratti così??
Au: prrrrrrrrrrrrrrrrrr
Brutto esserino inutile che non sei altro ora ti faccio secco (come direbbe Paine “ti rovino!!!!”)
Qualche ora dopo…
Risultato degli incontri…. Baralai, Gippal, Nooj, Alex e Veronika….vincitore = nessuno tutti si sono accasciati a terra senza fiato e senza voce… Auron e io…vincitore = IO!!!!
Au: ehy! Non è vero!
Zitto tu…io sono la narratrice..se dico che ho vinto io, ho vinto io punto! E moh dammi il sakè!
Au: non puoi bere…sei in servizio!
-.- la dura verità
G: ehy narratrice?? Per quanto ancora dobbiamo rimanere qui morti?
Opsss….scusate… allora…i nostri eroi dopo essersi scannati a vicenda si alzarono e se ne tornano all’aeronave, anche Baralai aveva perso il suo gruppo.
B: buuuuu….sooooobb….buuuuu
V: tranquillo dai! Non tutto è perduto…hai ancora me….;-)
B: sto miracolosamente meglio… 😛
-.- lasciamo perdere…come cavolo faccio a trasformare questo branco di scimmie antropomorfe in qualcosa di romantico?
G: cos’è una scimmia antropomorfa?
B: idiota! È una scimmia che è stata abbandonata dai suoi genitori più di una volta….
-.- si…certo…come no… possiamo andare avanti con il racconto?
Au: questa storia non ha un destino!
E tu non avrai un futuro se non la smetti! Allora…. I nostri eroi (Au: e continua a chiamarli eroi….) si dirigono verso Besaid…dove li aspettava Wakka con unasorpresa…
W: amici miei!!! Che bello vedervi!!! Vi siete fatti le donne eh!!! E bravi i ragazzi…crescono
A e V: -.-
W: sentite, capitate proprio al momento opportuno, è andata via la luce e il contatore si trova sulla spiaggia, potreste aggiustarlo voi?
G: perché voi avete l’elettricità???
N: e poi perché il contatore si trova proprio sulla spiaggia?
W: ha montato tutto la narratrice…
B,N e G: cosa?????? Tu???
Fiuuuuu fiuuu fiuuu *si guarda in giro*
B e N: -.-
G: x.-
I nostri eroi andarono alla spiaggia, trovarono molto facilmente il contatore.
N: Gippal questo è lavoro tuo…
G: cosa? Perché io?
B: tu sei l’esperto in macchine e roba del genere…
V: buon lavoro!
Veronika e Baralai si tuffarono in acqua mentre Nooj fece una passeggiata
A: dai tranquillo, ti faccio compagnia io.
G: grazie…
Gippal si stese sotto il masso dove era montato il contatore e iniziò a lavorare (Au: posto più strano no?…Nar: certo! Sennò come la complicavo la vita a Gippal?…G: ehy!!!!!….Nar: zitto e torna nella storia…), Alex invece prese il suo nuovo mp3 e iniziò a studiarlo…
Dopo dei buoni 10 minuti Alex iniziò a riflettere
A: purtroppo non so quanto staremo qui, prima o poi dovremo tornare a casa…voglio portarmi dei ricordi…sarà bello riguardare questo video mentre vado a scuola…
Così dicendo…o meglio così pensando accese la videocamera che Gippal aveva montato nell’mp3 e iniziò a riprendere la spiaggia, in particolar modo Veronika e Baralai. Erano così teneri insieme…
G: ecco qual è il problema!!!!!!
A: come? Ce l’hai fatta?
G: quasi…aspetta…ecco!
BOOOOOOOOOOOOOOMMMMM….qualcosa andò storto e Gippal uscì da sotto il masso completamente ricoperto di fuliggine (Au: e da dove viene la fuliggine?….Nar: non lo so…ma mi dovevo inventare qualcosa…Au: questa è la storia più strana che io abbia mai sentito)
A: ahahahahahahahahahh
Era stesa in terra che rideva come una matta, la videocamera si era messa in piedi da sola (c’erano anche i piedi…) e riprendeva la scena
G: cos’hai da ridere? X.-
A: no niente…è che così…ihihih…sei ahahah…proprio sexy ahahahahhahhahaha
G: x.- “
B: un mostro!!!
BANG!!
G (schivando il colpo): àààààà…Baralai che c***o fai? Perché mi hai sparato?
B: ah Gippal sei tu! Tutto nero così mi sembravi un mostro
A: ahahahahahahahhah (ormai aveva le lacrime agli occhi) mi fa male la pancia!!! Ahahahah
Gippal si pulì e finalmente poté tornare normale
N: hai aggiustato la corrente?
G: sì…penso
N: bene ….andiamo
A: Gippal!!!
G (girandosi verso Alex): sì?
Alex gli tirò una secchiata d’acqua (Au: da dove l’ha preso il secchio?….Nar: non lo so XP)
A: eri ancora un po’ sporco…ihihi
Gippal non fece una piega… si avvicinò serio a Alex mentre rideva
G: anche tu…
A: come?
Gippal la prese sulle spalle e la buttò in acqua… (Au: ma non fanno altro che stare in acqua?…. Nar: è romantica….Au: /.-)
G. ok ora possiamo andare…
A: lo dici tu!!
Alex iniziò a rincorrere Gippal per tutta la spiaggia, gli altri se ne fregavano altamente e si erano messi a giocare a sferocentro…e così si concluse un’altra giornat dei nostri eroi che rimasero a dormire a Besaid…
Au: perché sono rimasti a Besaid?
Perché Wakka gli aveva invitati…
Au: chi è Wakka?
-.- è il marito di Lulu…
Au: il marito della tettona? Ahhhh parli di quella testa di ca…
Auron!!! Non si dicono certe cose!!!
Au:….ma cos’hai capito? Stavo per dire carota… tzè… pensi sempre male…
-.- testa di carota?
Au: certo! Con quei capelli!
Ok…lasciamo perdere….
La mattina dopo i nostri eroi si alzarono presto
Au: certo,perché l’1 e 30 per te è presto!….
Andiamo Auron! Hanno fatto baldoria ieri sera è normale che abbiano sonno….
Au: ancora? Ma non fanno che ubriacarsi questi?….
Ora capisci come sono disperata? Stanno trasformando un racconto romantico in un racconto di ubriachi….povera me!!! Comunque dicevamo che i nostri eroi si alzarono dal letto (ed è questa la cosa importante)…salirono sull’aeronave e partirono di nuovo…
N: vediamo…siamo stati a Bevelle, a Kilika, a Luka, via Mihen, via Micorocciosa, Besaid, Fluvilunio, Macalania, piana dei Lampi e poi? Ho dimenticato qualcosa?
B: tempio di Djose…
G: andiamo a trovare Kimahri?
B: sul monte Gagazet?
N: ok, perché no…
A: chi è Kimahri?
B: lo vedrete!
I nostri eroi giunsero sul monte Gagazet
A e V: etciùùùùùùùùùùù…. (etcùùùù…tciùùù…tiù…iùùù….ùùùù Au: /.- cos’era quel “ùùùù” ??? Nar: l’eco….:D)
N: lo vedete che succede a stare mezze nude?
A e V: sei stato tu a darci questi vestiti!!!!
B: lascialo perdere….prendi questo che io non ne ho bisogno….
Baralai diede a Veronika quella giacca strana che ha sempre addosso…
V: grazie 😀
A: non è giusto!! Anch’io voglio qualcosa da mettermi addosso!! Sto morendo di freddo!!!
G: io non ho niente!
A: dovrò rimanere qui congelata! Sigh sigh….
No! Senza Alex il racconto non va avanti….Auron!!!!!!!!!!!!!!
Au: che vuoi?
Tu non sei sul monte Gagazet, presta ad Alex quel giaccone rosso che hai…
Au: perché io?
Perché se tu non glielo presti questa storia non ha destino (come hai detto tu una volta) e a te non piace vedere andare in frantumi una storia…vero??
Au: se morirà congelata vuol dire che era suo destino…
No!!! Il destino di Alex e mettersi con tu-sai-chi e fare tanti mocciosi e ora dagli quell’affare!!!
Au: davvero faranno tanti figli?
No….però volevo farti capire che non capisci una sega di storie e di destini….
Au: ok non c’è bisogno di scaldarsi tanto….glielo do a Alex…
A: grazie Auron!
Au: detto in tutta sincerità…stavi meglio senza…si vedevano di più le forme
A: O_O
Ci stai provando con Alex? -.-
Au: chi io?? Scherzi?? Sono vecchio ormai per certe cose….(si si come no…)
N: ragazzi!!!!!
Nooj stava rotolando giù per la montagna con una sfera in mano…
Tutti: Nooj!!!
Nooj atterrò proprio ai loro piedi…
G: se hai rotto la sfera mi incavolo
B: sembra essere tutta intera
A: sì, sta bene! Non ha neanche un graffio e funziona perfettamente…
N: ehy!! Ma nessuno pensa a me?? Ero io quello che rotolava giù…
G: si si…ora però sta zitto che stiamo guardando la sfera…
N: -.-
La sfera mostrava immagini chiare, immagini che sconvolsero Alex, immagini che ponevano fine al loro viaggio…
Au: cosa mostrava?
La sfera mostrava…
A: mio padre….morto….
Alex si inginocchiò sconvolta…inevitabilmente due lacrime le rigarono il viso
G: Alex…
Provò ad avvicinarsi, ma lei portandosi una mano alla bocca e ripensando ai momenti passati con suoi padre si alzò di scatto e corse via…
Tutti: ALEX!!!
Alex non li sentiva, corse più forte che poteva, Gippal le corse dietro.
Finalmente Gippal riuscì a raggiungerla e dopo averla bloccata per un polso l’abbracciò. Alex piangendo disperatamente strinse Gippal più che poté, ma le gambe non ressero e si inginocchiò. Gippal anche lui si inginocchiò sempre abbracciandola
G: mi dispiace…
Le sussurrò dolcemente, e quando Alex si fu calmata un poco lui si lasciò andare e la baciò.
Ci fu un forte vento che scompiglio i capelli dei due e che fece volare le lacrime di Alex sul viso di Gippal, ma lui non si pulì, continuò a tenerla stretta e a premer le sue labbra forte su quelle della ragazza che chiuse gli occhi e lo abbracciò ancora più forte.
….
….
Auron quelle sono lacrime??
Au: snif…cosaa?? Ah queste…ehm..no..è sakè…
Sakè? Vuoi vedere che anche il leggendario guardiano duro e impassibile in realtà prova anche lui dei sentimenti?
Au: certo che li provo i sentimenti!!! Non sono una macchina….ma…solo che non lo lascio vedere….tutto qui
Quindi ammetti che questa scena ti ha commosso…
Au: no!
Ok lo prendo per un sì..
Au: /.-
I nostri eroi ripartirono
A: a questo punto…dovremmo tornare a casa…
V: ma io voglio rimanere qui…
A: anche io…
G: allora rimanete…che problema c’è?
A: non so…mia madre e i suoi genitori potrebbero preoccuparsi…
V: e tanto anche…
A: che facciamo? Io vorrei rimanere…
V: e poi come facciamo a tornare a casa?
B: quindi rimanete?
Le due ragazze si guardarono…poi guardarono i loro amici…
A e V (sorridendo): OK!
Au: beh…tutto è bene quel che finisce bene no?
No….
Tutti (compreso Auron): come no?
C’è sempre il problema dei varchi da risolvere…
N: ancora?
B: uffa…
G: ci sono dei mostri alla piana della bonaccia!
N: sai che scoperta….ci sono sempre stati…
G: si ma questa volta ce ne sono troppi…e c’è anche un varco….
V: all’attacco!!
A: dritto verso la piana della bonaccia…
G: signorsì!
I nostri eroi giunsero alla piana della bonaccia…riuscirono a sconfiggere i mostri, ma questa volta il varco non si richiuse
A: perché non si richiude?
N: guardate!
Videro uno strano mostro che correva verso il monte Gagazet, i nostri eroi lo inseguirono (Au: ma perché insisti a chiamarli eroi?…)
A: àààà…no di nuovo!!! Auron ridammi la giacca!
Au: no!!! Me l’hai appena restituita ghiacciata…non te la do più…
Ma Alex l’ebbe vinta di nuovo.
I nostri eroi inseguirono quello strano essere quando incontrarono Kimahri
G,B e N: Kimahri!!!
A e V: ààààààà….. un leone blu che cammina!!!
G: ehy tranquilla! Lui essere Kimahri, Kimahri è nostro amico Ronso…
K: ma come cavolo parla Gippal?
B: tranquillo fa sempre così…
K: poveri voi…
N: Kimahri hai per caso visto un mostro alto più o meno quanto te ma nero e più ciccione?
K: parli di Garik?
N: ehm…no…e poi Garik non è nero
K: si ma è più grasso di me….
G: Kimahri allora hai visto o no questo coso?
K: mmmm…no…cioè sì…
B: si o no?
K: l’ho visto ma è sparito subito, penso sia andato nel deserto di Bikanel
B: perché proprio nel deserto?
K: non l’ho so….lo ha detto lui prima di andarsene “ci vediamo nel deserto di Bikanel…mi raccomando porta il rum”
-.- che razza di racconto…pure i mostri sono ubriaconi…
I nostri eroi andarono nel deserto di Bikanel e cosa videro?
Au: lo so…lo so…
No Auron non videro degli Hypello drogati
Au: allora videro…
Non videro nemmeno un nuovo strip bar
Au: allora…
E nemmeno Lulu che in cambio di guil dà favori sessuali…
Au: allora non ho più idee…
-.-
Dicevo….i nostri eroi andarono nel deserto…e non videro niente…solo una distesa immensa di sabbia
Au: ci credo, erano nel deserto!
Si ma…
G: ma qui non c’era la mia base una volta?
B: è stata distrutta ricordi?
G: sì, ma allora dove sono i mostri che l’hanno distrutta?
N: forse hanno trovato un posto migliore dove andare…
G: bah… è strano…
I nostri eroi si avventurarono per il deserto…
A: ho sete…
V: sono stanca
A e V: e fa un caldo della madonna!!!
Au: quanto si lamentano queste due….sul monte Gagazet avevano freddo, qui hanno caldo! E decidetevi…
-.-
B: non hanno tutti i torti…
G: l’oasi!!!
Si avvicinarono all’oasi, ma videro tutto cmpletamente prosciugato…
A,G,B,N e V: nooooo!!!! Dov’è l’acqua?In quel momento uscì da dietro una roccia uno shoopuf tutto bagnato, aveva prosciugato lui tutta l’oasi
A,G,B,N e V: ç_ç
G: beh, siamo venuti qui per il mostro quindi….DOVE CAVOLO è QUESTO MOSTRO????
N: a saperlo…
B: ahahahahah ragazzi guardate qui…
Baralai stava cavalcando fieramente lo shoopuf, e si divertiva come un pazzo…
V(guardando Baralai): ahahahah
N e A: -.-
G: x.-
B: ho trovato qualcosa…(nell’afferrare quel qualcosa cascò dallo shoopuf)
G: fammi vedere…
Era un volantino
G: ehm…ehm…allora…il volantino dice “droga party rimandato per motivi organizzativi (la sabbia si confondeva con la roba)… la festa non è cancellata ma sol spostata a domani a Zanarkand…portate da bere…io porto il resto… firmato: il mostro misteriso”
Au: droga party? Dove? Quando? Ci andiamo vero?
Bene… i nostri eroi allora stufi di tutto quel sole salirono di nuovo sull’aeronave…degnamente abbrustoliti…
V: l’avevo detto io che dovevo mettermi una crema protettiva più potente…ç_ç
B: io ero coperto..ihihih
V: ç_ç sob…
B: però è anche vero che morivo di caldo…
Mentre i due discutevano della loro abbronzatura Alex era sgattaiolata fuori in coperta, ormai si era fatto buio.
Stava osservando quell’immensa distesa di nuvole davanti a lei mentre canticchiava una strana melodia…
Gippal la raggiunse
G: che combini?
A: niente di che…
G: tutto ok?
A: si…
G:…senti…io…mi dispiace per tuo padre
A:buuuuuuuuuu…sooooooooooooobb…ueeeeeeeeeeeeeeee
G: X_O…almeno avvisa prima di scoppiare in questa maniera…
A: scusa…sigh sigh… ma sto così male… in meno di una settimana ho perso tutto quello che avevo…
Au: insomma chi è che urla? Stavo riposando…
-.- buongiorno…potresti stare zitto che mi sto concentrando nel creare una situazione romantica…
Au: ma và a quel paese te e il romanticismo…
Grazie mille…sigh sigh…
Au: /_O….ti sei offesa? No dai non fare così…
(schiaffeggiando Auron) Metti giù le mani!!!!!!! Io non sono Lulu!!! ….subito ne approfitta lui…
Au: scusa…volevo consolarti…
Sento una vocina lontana lontana…
Au: /.- lasciamo perdere….
Torniamo ai nostri eroi rimasti sull’aeronave a parlare…
G: e quando lui si gira io….
Di cosa parlavate?
A: di niente!! Non stavamo organizzando nessun piano segreto per rubare il sakè ad Auron….
-.- meno male….i nostri eroi passarono una buona mezz’ora a guardare le stelle..
Au: sai che noia…
G: vorresti tornare a casa tua?
A: perché mi fai questa domanda?
G: curiosità…rispondi!
A: beh un po’ mi manca…mi manca la mia solita routine…la scuola…la famiglia…però…
G: però?
A: qui ho trovato quello che cercavo da tempo: la felicità.
Gippal sorrise e si stese…Alex fece altrettanto…
G: sai che ti dico?
A: cosa?
G: io ho una teoria sulle stelle…e non la solita scientifica
Au: Gippal ha una teoria?? Gippal pensa?? Allora anche gli asini possono volare!!!
A: quale?
G:immagina il cielo come un telo, un telo che divide Spira dalla Terra. Questo telo però presenta dei buchi: le stelle. Se provi a fissare una stella per un po’, riesci a vedere al di là del telo.
A: è strana come teoria. Molto fantastica. Ma mi piace.
Il giorno dopo i nostri eroi si diressero verso il tempio di Zanarkand…
Au: il tempio…ricordate? Dove c’era quella t***a di Yunaleska? Quella p*****a che mi ha privato del mio corpo! Che andava in giro con il filo interdentale tra le gambe. Se ora l’avessi davanti non so cosa le farei.
Non so come interpretare la frase…-.- coooomunque i nostri eroi raggiunsero il tempio con molta facilità perché stranamente non c’era anima viva in giro…
Entrarono nel tempio e anche lì non c’era nessuno
B: si può sapere che succede?
N: sentite anche voi questo rumore?
G: No!
A: No!
V: No!
B: No!
Au: No!
No!
N: -.- ci rinuncio…
I nostri eroi proseguirono e si iniziava a sentire qualcosa (N: allora c’era qualcosa che faceva rumore!….Au: per una volta che ci hai azzeccato ti dai tante arie?)…si iniziò a sentire della musica e delle urla…
Arrivarono in fondo al tempio e…
G: una festa tra mostri!
Au: il droga party!!! Si!!! Anch’ioooooo
Qualcuno fermi Auron!!!!….troppo tardi…..è già andato
B: scusate! Qualcuno di voi sa chi è il mostro misterioso?
???: si sono io! Mi chiamo Mostro Misterioso…
N: che fantasia!
MM: ditemi….facciamo troppo baccano? O volete unirvi a noi?
N: veramente siamo venuti qui per chiederti se sapevi niente dei vortici che collegano Spira alla Terra…
MM: si! Sono io a farli…perché? C’è qualcosa che non va?
G: i mostri possono accedere tranquillamente alla terra e stanno seminando il panico tra la gente…
MM: non è colpa mia se entrano…
N: beh dovresti smetterla di farli!
MM: stai scherzando!!! Sulla terra si trova la roba buona!!! Qui su spira non c’è neanche una foglia di marijuana!
G: allora dovreste smettere di drogarvi!
MM: mai!! Dovrete passare sul mio cadavere!
A: noooo…basta combattere!!! non sono abituata e non mi piace…
Au: cavoli tuoi ragazzina! Il mostro misterioso ha ragione!
G,B,N,V, A e io: AURON!!!
Au: che volete voi dalla mia storia? Questa è la mia storia!
Ora te la distruggo io la tua storia…i nostri eroi si ritrovano a combattere contro due validi (ma stupidi) nemici… combatterono per una buona mezz’ora ma vinsero trionfalmente…
Au: perdono! Io scherzavo! Quel coso mi ha costretto….non uccidetemi….di nuovo….
G: ok non ti uccideremo ma…dovrai pagare…
B: con il sakè!!!
A: tutto quello che hai!
Auron fu costretto a lasciarglielo e i nostri eroi festeggiarono la vittoria con la sottoscritta, bevendo tutto il sakè che potevano bere…ma…
G: ma che? Che succede ancora?
Alex e Veronika stavano scomparendo…piano piano..si stavano dissolvendo
V: Oh madonna!
A: che succede?
Au: la loro storia doveva finire così…
B: no….
G: noooooo
V: che succede? perché stiamo scomparendo…
N: stanno tornando a casa….questo non è il loro mondo…
A: ma non voglia andarmene! No per favore!……noooo
Alex corse verso Gippal per abbracciarlo ma lo attraversò. A quella scena Baralai provò a toccare la mano di Veronika, ma anche la mano la attraversava.
G: non voglio dirti addio…non mi sento pronto…
Alex non rispose, si mise dritta in piedi e fissò il pavimento con gli occhi velati di tristezza
A: ogni sera guarderò il cielo…te lo prometto…
V: addio…
B(sussurrando): ti amo…
Alex alzò lo sguardo e fece un sorriso forzato, un lacrima le accarezzò la guancia e…svanì
Così si concluse la storia di un’altra avventura, Gippal Baralai e Nooj tornarono all’aeronave tristi, ogni sera Gippal esce dall’aeronave e fissa le stelle finché non
si addormenta e non viene portato a letto da Baralai e Nooj.
Alex e Veronika invece si sono risvegliate da un lungo sonno, erano nei propri letti
A: era un sogno?
Si guardò intorno, camera sua era identica da come l’aveva lasciata ma ci fu un particolare che le diede la risposta alla sua domanda: l’mp3.
Veronika appena sveglia chiamò l’amica e anche lei chiese se era stato tutto un sogno, ma i video della loro avventura dimostravano che era stato reale.
Au: questa era la lo-loro…snif….storia
Auron piangi?
Au: no! Assolutamente! È che… sto pensando al mio sakè sprecato!! Buuu…soooob….me misero!!
Ora parla come zio Paperone quando perde una monetina….-.-
Ma non disperare Auron…perché la storia non è ancora finita…
Au: ma hai detto che si era conclusa…
Era per creare un po’ di suspense…ihihih
Le ragazze ripreso la vita di sempre, scuola, casa, studio e centro… prima di andare a dormire Alex si fermava 10 minuti a guardare le stelle affermando di riuscire a vedere i suoi amici. Di giorno invece guardava i video.
La sua amica Chiara aveva provato più volte a vedere cosa c’era dentro quella strana macchina che attirava tanto l’attenzione di Alex, ma non riusciva mai a vedere niente perché la stessa Alex glielo impediva.
Era passato un mese da quando Veronika e Alex avevano detto addio ai loro amici. Alex incominciava a non poterne più, Gippal le mancava tantissimo.
Veronika anche lei soffriva, ma riusciva a nascondere la sua sofferenza dietro a un falso sorriso.
Un giorno le ragazze erano in centro insieme ad altri amici, Alex era stesa su una panchina e guardava triste le nuvole passare davanti a lei, Veronika le si sedette accanto.
V: Alex va bene che ti manca, ma non darlo troppo a vedere…
A: si vede tanto?
V: sei con la testa fra le nuvole da più di un quarto d’ora…
Alex non le rispose, riportò il suo sguardo alle nuvole…
A: e riconobbi il tuo sguardo in quello di un passante….ma pur avendoti qui ti sentirai distante… cosa può significare sentirsi piccolo…quando sei il mio più grande sogno, il mio più grande incubo…
V(riconoscendo la canzone che stava cantando): siamo figli di mondi diversi…una sola memoria…che cancella e disegna distratta la stessa storia…e ti scorderai di me…
A: quando piove il profilo e le case ricordano te
V: profilo?
A: boh…mi sembra dica così…ihihih
V: io vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
A: e tutto ciò che hai di me…di colpo non tornasse
V: e voglio amore tutte le attenzione che sai dare
A: e voglio indifferenza se mai mi vorrai ferire
A e V (urlando): NON BASTA Più IL RICORDO!!! ORA VOGLIO IL TUO RITORNO!!!!!
A: io non ce la faccio più Vero…. Mi manca troppo
V: ti capisco….
Chiara: ehi…che state facendo? Avete fatto scappare i piccioni con quell’urlo..
V: scusaci…non siamo riuscite a trattenerci…
C: accidenti che figura di merda….ora tutti vi conosceranno come le isolate urlatrici…
V: eheh…scusaci
Alex non partecipava alla discussione, non le ascoltava, guardava malinconica il cielo…
A (sussurrando): i can’t see your star…..
C: che fai Alex ora ti metti pure a parlare in inglese? Che stella non riesci a vedere?
A: mi hai sentita?
C: sono a 2 passi da te….ovvio che sì…
A: niente…stavo canticchiando una canzone
C: si può sapere che avete oggi? Non fate altro che cantare…
V: hai qualcosa in contrario?
C: no però…siete ridicole…
A (sghignazzando): Fuck!
C:…grazie… ricordati che sono tua amica…
A: esatto, sei mia amica…e rimani come tale…
C: che vuoi dire?
A: sei semplicemente un amica…un giocattolo con cui gioco quando mi annoio…
V: oddio…Alex che c***o c’hai? Scusala chiara…è nervosa in questi giorni…
C: v******o!!!
Alex rispose sghignazzando
V: andiamo ragazze calmatevi…
C: se è così che tratti le amiche non voglio immaginare come tratti i tuoi fidanzati…ora capisco perché sei ancora single
V: … sei una stupida Chiara…
A: … …
C: beh…ho vinto io…non sa che rispondere…
Alex si alzò delicatamente dalla panchina e si avvicinò a Chiara con passo lento…
A: si è vero…sono single… ma non per questo motivo… la ragione è un’altra… ma non lo dirò di certo a te…
Alzando lo sguardo si potevano notare benissimo delle lacrime che scendevano dalla guancia di Alex…
Chiara rimase sorpresa della reazione dell’amica che si inginocchiò quasi stanca, Veronika l’abbracciò e non riuscendo più a trattenersi pianse anche lei…
Alex ebbe come una visone, riaprendo gli occhi vide Gippal davanti a se che le sorrideva… strofinò gli occhi e l’immagine cambiò, lì al posto di Gippal c’era Chiara che cercava di capire cosa stesse succedendo all’amica.
L’immagine era scomparsa ma Alex sentiva ancora l’eco della sua risata.
V: Alex… ricordi…
A (interrompendola) : si… cosa darei per poter di nuovo abbracciare quei momenti..
Un’altra risata, quella di Baralai che svanì piano piano…
V: datemi un V!
A (ridendo): datemi un A!
V e A: ridateci B e G….
C: O_O ma che stanno dicendo?
Il vento si alzò
C: -.-…così all’improvviso fino a un secondo fa c’era il sole…
La risata di Nooj questa volta si sentì nell’aria… sembrava come se il vento portasse con sé i ricordi delle ragazze…
Il cielo si coprì di nuvole e iniziò a piovere, qualche secondo dopo…diluviava
Au: io la giacca non gliela presto alla ragazza…
Zitto dai…che tanto abbiamo quasi finito…resisti un altro po’
C: ragazze andiamo a casa prima di ritrovarci con il raffreddore…
V: ok..
A: si…
Le ragazze si alzarono in piedi e si avviarono lentamente verso casa…
Altre risate echeggiavano nell’aria, questa volta era quella di tutti insieme che festeggiavano…
C: muovetevi!!
Chiara le spinse, ma non si accorse di averle spinte contro delle persone…
Alex e Veronika erano cadute per terra ma non vollero rialzarsi subito
C: scusatemi tanto… non vi avevo visto…mi dispiace
???: tranquilla è tutto a posto…
A: quella voce…
???: il mio amico ha le ossa…di ferro… (seguito da delle risate)
V: quelle risa…
Alex e Veronika alzarono lo sguardo ipnotizzate verso quelli che sembravano Gippal, Baralai e Nooj… le loro orecchie avevano sentito bene. Le ragazze rimasero impietrite davanti a loro che probabilmente non le avevano ancora viste…
C: andiamo Alex, Veronika chiedete scusa anche voi…
Solo allora Gippal, Baralai e Nooj le videro, e inutile dire la sorpresa di tutti…
A: G…Gippal…
B: sapevo che quello non era un addio…
V: BABY!!!!!!
Veronika si alzò di corsa e saltò addosso a Baralai abbracciandolo e piangendo…
C: O_O
Gippal si alzò e andò verso Alex, le porse la mano per aiutarla ad alzarsi. Lei osservò la mano e poi osservò nuovamente lui e dopo aver lasciato scorrere una lacrima sul suo viso lo abbracciò più forte che poté…
C: O_O strano modo per chiedere scusa…
Au: imbecille di una ragazzina!! Loro si conoscevano già!!
C: ààààà chi è questo tizio!! Perché ha quella ferita all’occhio!! Oddio che schifo!!!
Au: come ti permetti!! tu fai schifo!!!
C: stammi alla larga…l’omino di ferro era strano ma tu lo sei di più!
Au: faccio più effetto io di uno fatto tutto di ferro?
N: solo la gamba e il braccio…non esageriamo…
Au: zitto automa!
N: zitto cadavere!
Au: forno a microonde
N: zombie…
Au: testa di metallo…come il tuo corpo…
N: almeno io una testa vera ce l’ho…
C: O_O
E così si conclude la nostra storia romantica (Au: direi più demenziale)… Alex e Veronika tornarono su Spira e non tornarono più nel loro mondo così da poter vivere per sempre felici e contenti con le loro dolci metà…
Ah…dimenticavo..per chi fosse curioso…il litigio tra Auron e Nooj continuò per molto con offese del tipo “testa di padella” “zitto Casper” ecc….
Chiara non ebbe mai spiegazioni su chi fossero quei tipi ne perché le sue amiche se ne andarono così senza dire niente…
Chiara insomma fu solo una comparsa… tanto per rompere le palle a voi lettori e scrivere di più…c’è più scena nel ritrovarli sotto la pioggia per caso che “mentre andarono a scuola li videro da lontano”….
Beh alla fine sono riuscita a dare un senso compiuto a questa storia…anche se devo dire è stata un impresa ardua… qui è tutto dalla vostra narratrice preferita (anche se è la prima volta che mi vedete ihihih) che vi saluta felice e soddisfatta da casa di Auron…e ora se non vi dispiace…ritorno a festeggiare con i miei amici…
AUROOOOONNNNN….anch’io voglio un altro po’ di sakè….

ps. in fondo il protagonista di questa storia è stato il sakè di Auron…


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: https://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.