The Legend of Spyro: L’Alba del Drago – Capitolo 6: Le rovine di Belligera, i quattro templi

intro_mappa

In questa sezione analizzeremo tutte le tappe indispensabili per portare al termine il titolo The legend of Spyro, l’Alba del Drago.

Comunque sia non ci limiteremo a darvi solo informazioni su come completare il gioco, ma vi guideremo anche attraverso le sezioni della Guida (a fianco) per riuscire in questa nostra avventura, in modo da risolvere al meglio gli enigmi di cui il gioco è costellato e da sconfiggere i potenti ed agguerriti nemici che lo popolano.

Parte I: Il tempio del fuoco

strade(chap6) malefor(chap6) uscitadistruttore(chap6)

Il capitolo in questione è piuttosto lungo, nulla di impegnativo, comunque, rispetto ai nemici che avete affrontato precedentemente. Infatti, più che altro, la struttura del medesimo è imperniata su una serie di enigmi la cui soluzione non risulterà eccessivamente complessa. In primo luogo, seguitate a proseguire sul ponte che si snoda dinnanzi alle porte chiuse di Belligera per reperire due cristalli dello Spirito, quindi – mantenendo la porta delle rovine di fronte a voi – compite un piccolo volo a sinistra per raggiungere uno spiazzo lambito da alcune cascatelle. La strada che andrete ora ad intraprendere vi condurrà nei pressi del Tempio del fuoco, il primo dal quale dovrete reperire la chiave utile a sbloccare una delle quattro statue del drago che avete visto nei pressi delle porte. Intraprendendo un piccolo volo, mantenendo le costruzioni alla vostra destra, infrangete un cristallo dello spirito. Ancora, mantenete la direzione per raggiungere dei rampicanti su di una struttura lignea (alla sinistra della quale, su di uno sperone roccioso, troverete un ulteriore cristallo dello spirito). Aggrappatevi ad essi e salite. Una volta raggiunta la sommità dell’edificio, con un piccolo volo planate sul gruppo di costruzioni antistante; anche qui reperirete un cristallo dello spirito e potrete infrangere diverse anfore.

Impiegate i rampicanti ed una serie di salti collegati per raggiungere uno sperone roccioso (che andrebbe a trovarsi esattamente sopra la vostra precedente posizione) con un cristallo dello spirito. Con la corsa sui muri raggiungete un nuovo spiazzo che confina con alcune gabbie, il cui accesso vi è momentaneamente precluso, per reperire due cristalli dello spirito, uno su di uno sperone roccioso poco più in basso ed uno esattamente di fronte a voi.

rovinebelligeraTornate quindi sui vostri passi, volando e ripercorrendo la strada al contrario per raggiungere il precedente gruppo di edifici e vedervela con un paio di scheletriche scimmie. La cometa fulminea di Spyro (attacco elementale speciale di fuoco) è l’ideale per batterle. Nei paraggi potrete trovare dei rovi che custodiscono un cristallo magico verde. Abbatteteli con un attacco elementale, preferibilmente fuoco o veleno. Seguite quindi gli edifici sulla vostra destra per scoprire uno strano meccanismo di forma circolare che, per il momento, non è ancora utilizzabile. Quindi, sempre con accortezza, mantenetevi sulla vostra destra per raggiungere una radura nascosta e reperire l’elmo dorato di Cinerea in uno scrigno. Se equipaggiata, l’armatura dorata di Cinerea attiva l’abilità insensibilità drago, che limita di molto i danni al medesimo, sebbene non siate di certo immuni dal game over (^^). Da qui, finalmente, potrete raggiungere il tempio.

meccanismo_fuocoLa prima vostra missione consiste nello sconfiggere il troll di guardia, che è in tutto e per tutto simile a quello che avete abbattuto presso la porta di Belligera nel quarto capitolo. Per fermare questo fastidioso ed indesiderato guardiano, puntate sull’attacco elettrico di Spyro, in modo da limitarne di molto i movimenti. Questo non può considerarsi un vero boss del gioco in quanto, più avanti nella vostra avventura, dovrete vedervela con molti di essi. Trovate comunque dei cristalli per ripristinare il vostro mana e la vostra salute nella porzione destra dello spiazzo vicino alle cascate. La seconda parte della vostra missione consiste nell’accendere i bracieri con il fuoco di Spyro, per sbloccare il meccanismo visto in precedenza , ovvero una grande ruota con quattro bracieri all’estremità. Passate a Cinerea (in caso non siate nella modalità multigiocatore, raggiungete il meccanismo e fate in modo che il vostro drago, una volta aggrappatosi ai rampicanti, si posizioni al centro esatto della ruota). Passate quindi a Spyro ed iniziate l’oscillazione (come detto dal tutorial, se attivato) premendo il tasto di attacco elementale speciale per accendere tutte le fiaccole che aprono il tempio. Dopodiché, tornate a Cinerea, mollate la presa sui rampicanti e dirigetevi finalmente al tempio per sconfiggere ancora un paio di deboli scimmie scheletriche. Recuperate ora la chiave, la prima delle quattro, attivando una corrente ascensionale che riporterà i vostri draghi al punto di partenza, ovvero alla porta chiusa e alla statue del drago, quindi posizionate la medesima nel giusto alloggiamento, come segnalato sullo schermo. Una volta svolto il compito, una corrente ascensionale verrà attivata proprio sopra la testa della statua del drago che avete ruotato. Impiegandola, raggiungerete la parte alta delle Rovine di Belligera ed il tempio dell’elemento elettrico.

Se volete testare le vostre capacità, invece, al tempio del fuoco si paleserà a voi un nemico d’élite davvero degno di questo nome. Di seguito, la strategia per sconfiggerlo al meglio.

Boss: Troll verde (nemico d’elite)

trollStrategia: Il troll è debole all’elemento vento di Cinerea. Equipaggiate quindi la dragonessa con la corazza argentata e bersagliate di colpi il malaugurato troll. Se possibile, intraprendete questo scontro con la furia attiva. Inoltre, la creatura è particolarmente sensibile a quelle combo che dal basso si sviluppano verso l’alto; per fare un esempio, anche quella che esegue la stessa Cinerea nel suo attacco elementale ombra. Una volta privato il troll della protezione necessaria, utilizzate la vostra combo preferita di colpi, magari l’attacco speciale elementale “veleno” di Cinerea, la coda di scorpione, per finirlo.

Parte II: Il tempio dell’elemento elettrico

Anche in questo caso il tempio viene rivelato e la chiave sbloccata tramite un meccanismo che ricorda molto quello impiegato nelle catacombe e che impiega, appunto, l’elemento elettrico. Per raggiungere il tempio è necessario impiegare la corrente ascensionale che avete precedentemente sbloccato con il completamento della missione “Il tempio del fuoco“, descritta sopra. Anche in questa missione vi sono alcuni cristalli e meccanismi nascosti che, tuttavia, non mancheremo di segnalarvi, con la finalità di farvi completare il gioco in ogni sua parte.

meccanismotempio(chap6) meccanismo(chap6)

In primo luogo raggiungete lo spiazzo lambito dalla cascata, come nella missione precedente, quindi ricaricatevi di energia sfruttando i cristalli rossi o verdi, a seconda delle necessità. Vi troverete ben presto in prossimità di un corridoio, con edifici che sorgono sulla vostra destra. Vedetevela con qualche debole scimmia scheletrica, eliminandola o con la cometa fulminea di Spyro (attacco speciale di tipo fuoco) oppure con la tempesta di neve, sempre di Spyro, quindi concentrate la vostra attenzione sul cancello che potrete oltrepassare impiegando l’ombra di Cinerea (attacco elementale) ed abbassate la leva celata oltre ad esso con la finalità di abbassare un meccanismo che somiglia molto ad una chiave.

meccanismo_sbloccarePrima di attivare il meccanismo, prendetevi qualche istante per esplorare i dintorni, infrangere alcune anfore presenti nei paraggi e, proprio in prossimità del tempio, trovare un cancello simile a quello aperto prima con un cristallo magico verde all’interno. Ora, una volta reperito tutto il bottino, tornate al meccanismo, selezionate Cinerea, in caso non siate nella modalità multigiocatore, e raggiungete una piccola porzione di rampicanti che crescono sulla parete. Spiccate quindi un salto ed impiegate il tasto presa per agganciarvi al meccanismo, che altro non è se non un’imponente chiave che necessita di essere collocata nella sua serratura. Ora passate a Spyro e selezionate il soffio elettrico. Noterete un interruttore, simile in tutto e per tutto a quello che avete già attivato nelle catacombe: attivando l’attacco elementale e facendo scattare l’interruttore, potrete notare che i blocchi di legno decorato che ostruivano il passaggio sono arretrati. Rimanendo su Spyro, sollevatevi in volo, in modo da trascinare il blocco con la chiave e da far entrare la medesima nella serratura preposta allo scopo. Durante tutto questo, ci raccomandiamo di non spostarvi su Cinerea e di fare in modo che costei mantenga la presa sul meccanismo, altrimenti dovrete ripetere da capo l’intera operazione.

Una volta completata la missione, il tempio si svelerà a voi e, con esso, la chiave. Prima di recuperarla, però, fate un passo indietro. Come avrete potuto notare, infatti, nella location con il meccanismo, sono presenti alcune grandi botole, che potete infrangere per accedere ad una parte segreta delle Rovine di Belligera, quella celata dietro ai cancelli, che nella precedente missione avete intravisto. Ecco come raggiungere questo luogo: prima di tutto alzatevi in volo e posizionatevi proprio sopra la prima botola (la prima del tragitto che avete percorso per raggiungere il tempio) quindi mantenete premuto il tasto attacco in forze per far scendere il vostro drago in picchiata ed infrangerla. Ripetete l’operazione con la seconda botola, che si trova davanti a voi; per fare questo, selezionate – in caso non siate nella modalità multigiocatore – Cinerea. Infrangendo il sottile strato di terreno, scoprirete una piccola location precedentemente celata al vostro sguardo. Muovetevi rapidamente, sempre mantenendo il controllo su Cinerea, solo per notare, con vostro supremo orrore, che la parete di fondo si stacca e si muove nella migliore tradizione delle trappole medievali, con una sola finalità: schiacciarvi! Sempre muovendo Cinerea, una volta giunti al cancello, attivate l’attacco elementale ombra per oltrepassarlo e abbassare la leva (tasto presa + tasto attacco debole) in modo che anche Spyro possa fare altrettanto. Ripetete l’operazione anche con il secondo cancello e raggiungete la fine del corridoio per piegare a destra, con la sola finalità di reperire un magnifico cristallo della vita rosso, che incrementerà la barra della salute di Cinerea. A questo punto, scenograficamente, uscirete passando sotto la cascata, ma per ritornare al tempio del soffio elettrico, dovrete intraprendere una lunga planata: dalla vostra attuale posizione, infatti, vi trovate più in basso di prima ed, in special modo, più o meno alla stessa altezza del percorso intrapreso per raggiungere il tempio del fuoco. Per questa ragione vi consigliamo di tornare sui vostri passi e di raggiungere il suddetto tempio, di imboccare la corrente ascensionale che da esso parte e di ritornare alla porte, per poi riprendere nuovamente la corrente precedente, che vi condurrà in alto, fino al percorso per il tempio del soffio elettrico. Tutto questo lungo giro, finalizzato alla fine al recupero del cristallo rosso, anche se vi appare macchinoso, in realtà è molto utile in seguito per potenziare i vostri draghi.

Raggiunto il tempio, appropriatevi della chiave e, grazie alla corrente ascensionale scaturita, riportate la medesima alla statua corretta e quindi salvate il game. Dopo, preparatevi a recuperare la prossima chiave, dal tempio della paura.

Parte III: Il tempio della paura

Nessun nemico davvero degno di nota in questo frangente, se non qualche simpatica scimmia scheletrica ed un troll, ma scottanti rivelazioni si paleseranno per i nostri due eroi e l’elemento che dovrete impiegare per completare la missione ed ottenere la chiave è proprio la paura di Cinerea.

rivelazione(chap6) search_adamantite(chap6)

Compite un piccolo volo mantenendovi con le costruzioni alla vostra sinistra, quindi fate partire una cut-scene in cui Spyro apprenderà cocenti verità in merito a Malefor. Al termine, guardatevi attorno per reperire alcune anfore, da infrangere, un meccanismo con delle leve, dell’adamantite ed anche un cristallo dello spirito. Prima di intraprendere la missione, come sempre, esplorate la location di gioco. Mantenendovi sulla vostra sinistra nel vostro volo, reperite un cristallo dello spirito su di una sporgenza avvolta dalla nebbia, poi proseguite per reperire, su di un’altra sporgenza, un nuovo cristallo dello spirito. In prossimità della cascata di lava, proprio vicino al tempio, troverete un altro di questi favolosi cristalli: potrete reperirlo planando in tutta tranquillità in quanto, finché non raggiungerete il livello degli edifici, non verrete attaccati. Comunque sia, se volete reperire il cristallo della vita rosso situato nella rientranza del primo gruppo di edifici, dovete vedervela con alcune scimmie scheletriche: provate, impiegando il tornado di Cinerea (l’attacco elementale speciale) a raggiungere i 150 colpi consecutivi. Una volta eliminate le simpatiche bestiole, proseguite il tour e con accortezza tentate di rilevare la presenza di una parete di vegetazione che cela un cristallo della vita rosso; già che ci siete, avvaletevi del veleno di Cinerea per abbatterla e recuperare il prezioso bottino.

diapason_tempiopauraRecuperato tutto il recuperabile, preparatevi ad intraprendere la prossima missione, che vi consentirà di ottenere la terza chiave. In primo luogo, ritornate alla location della pittura per impiegare la leva ivi situata con la finalità di far scendere l’altalena sospesa; nel mentre che sarete impegnati in questa azione, tutt’altro che semplice, dovrete vedervela con qualche scimmia scheletrica, che farà capolino per rompervi le uova nel paniere. Eliminatela con qualche combo elementale ben assestata, magari il vento di Cinerea oppure il ghiaccio di Spyro. A questo punto, dopo esservi liberati degli scocciatori, equipaggiatevi con l’adamantite, situata piuttosto vicina al mucchio di macerie poco sotto la raffigurazione murale di Malefor. Potrete utilizzare o Spyro o Cinerea per portare avanti la missione: lasciate che uno dei due draghi salga sull’altalena, agganciandosi ad essa, con l’adamantite equipaggiata, tramite il tasto presa, quindi spostatevi sull’altro drago e compite un piccolo volo sino al successivo gruppo di edifici ove, con vostra somma gioia, verrete intralciati da qualche dispettosa scimmietta.

Per ovviare al problema è necessario che abbandoniate, momentaneamente, l’adamantite sulla struttura lignea e che vi armiate di una buona dose di pazienza per condurre entrambi i vostri draghi sulle terrazze e per sconfiggere le dispettose creaturine non-morte. La tattica, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è la medesima: o una serie di combo che coinvolgono tutti i nemici presenti, oppure qualche attacco elementale speciale, ad esempio la sfera elettrica di Spyro. Una volta sconfitti tutti gli scocciatori, abbassate la leva per far rientrare il blocco ligneo e tornate all’altalena. Come prima, recuperate l’adamantite e lasciate che uno dei vostri due draghi si agganci all’apposita struttura con il tasto presa, mentre l’altro, in volo, condurrà le danze e, conseguentemente, anche la struttura mobile indispensabile per portare l’adamantite. Ora, dopo aver abbandonato la medesima, portate l’adamantite sino al limite estremo degli edifici, possibilmente non facendola cadere. Noterete quindi delle curiose strutture, definite dal tutorial come diapason le quali, come detto dal medesimo, reagiscono ai suoni forti. Dopo esservi liberati del fardello dell’adamantite, selezionate Cinerea ed impiegate l’attacco elementale paura contro i due diapason. Basta un solo colpo per diapason. Spiccate quindi il volo per giungere in prossimità del tempio e ripetete la stessa operazione con gli altri diapason. A questo punto, dovrebbe comparire una passerella, che i due draghi potranno impiegare. Usando indifferentemente o Spyro o Cinerea, recuperate l’adamantite ove l’avete lasciata ed, avvalendovi del ponte improvvisato, cercate rapidamente di oltrepassarlo, in quanto non avrete molto tempo prima che la forza dei diapason stessi si esaurisca. In caso falliate nel tentativo, cadiate o altro, dovrete ripetere il percorso da capo, seguendo i passaggi sopra descritti.

Ponete quindi l’adamantite nel suo alloggiamento; dopo aver fatto questo, dovrete vedervela con un nemico tutt’altro che affabile, un nuovo troll verde, che tenterà di rubarvi la chiave. In primo luogo, non fatevi prendere dal panico: il troll è meno forte dei precedenti, lo potrete sconfiggere facilmente avvalendovi degli attacchi elementali di Cinerea o del soffio furia, se disponibile, nonchè di combo, dall’alto possibilmente, visto che l’avversario ha dalla sua non solo la prestanza fisica (se vi colpisce il vostro drago verrà catapultato lontano), ma anche la velocità d’azione. Se riuscirete nell’intento, come vi auguriamo, non vi resta altro da fare che equipaggiarvi con la chiave e seguire la corrente ascensionale che parte dal tempio per giungere alle porte ed ivi porre il vostro bottino nel giusto alloggiamento.

Vi manca solo una chiave per proseguire la vostra avventura ed uscire da questa fossa in rovina. Pazientate, perché la parte inerente il tempio della terra è tutt’altro che semplice, anzi la più macchinosa tra le quattro.

Parte IV: Il tempio della terra

accesso_tempioterra(chap6) tempio_terra(chap6)

Impiegate la corrente ascensionale appena sbloccata per raggiungere l’ultima parte delle rovine, sopraelevata rispetto a quella del tempio della Paura, e preparatevi ad un caloroso benvenuto da parte di una serie di deboli scimmie scheletriche, che potrete facilmente contrastare con l’attacco elementale paura di Cinerea. Una volta sconfitti i fastidiosi nemici, selezionate Cinerea, sfruttate i rampicanti presenti nella location e la corsa sui muri per raggiungere la porzione di parete immediatamente adiacente l’ostacolo da abbattere. Rimanendo aggrappati sui rampicanti, spostatevi su Spyro, selezionate l’elemento terra ed iniziate ad intraprendere un’oscillazione uguale, in tutto e per tutto, a quella che avete usato per superare la scogliere nel Capitolo 2 (Cascate del crepuscolo), quindi premete il tasto di attacco elementale, che attiverà macigno terra con la finalità di abbattere la parete e di proseguire nella vostra avventura. Raggiungete, indifferentemente con Spyro o con Cinerea, lo spiazzo rialzato prima di una serie di archi che ricordano molto un acquedotto romano. Per intraprendere questo percorso vi basterà sfruttare il tasto presa per aggrapparvi ai rampicanti ed il tasto salto. Al quarto pilastro, comunque, prestate attenzione ai massi che si staccano dall’alto: cercate di sincronizzare i movimenti per evitare di essere malamente feriti dal crollo dei massi e di dover ricominciare da capo l’itinerario. Superato questo piccolo ostacolo, approdate su di uno spiazzo, ripristinate all’occorrenza la vostra salute con il cristallo rosso e infrangete un cristallo magico verde per vedere aumentata la barra del mana di Cinerea.

armatura_nascostaPlanate per raggiungere la piazza sottostante ove una breve cut-scene inquadrerà un arco occupato da una parete rocciosa che dovrete abbattere (seguendo lo stesso procedimento che avete adottato sopra). Prima di preoccuparvi di essa, comunque, vedetevela con qualche debole scimmia scheletrica, da abbattere con l’attacco elementale paura di Cinerea, quindi esplorate i dintorni. In primo luogo sarebbe utile infrangere tutte le anfore presenti. Abbattete la parete di vegetazione per accedere ad una nicchia (fuoco di Spyro o veleno di Cinerea), quindi prendete il controllo di Spyro, selezionate l’elemento terra ed attivate il suo attacco elementale macigno, per poi unire ad esso il salto. In questo modo riuscirete a far crollare il pavimento e a svelare un nuovo scrigno che contiene l’armatura dorata di Spyro, un paio di bracciali che riempiono il misuratore della salute. Ora finalmente portate la vostra attenzione sui rampicanti, seguitene il percorso con Cinerea in modo che il drago raggiunga la sommità della parete rocciosa e che vi rimanga (attenzione a non premere né il tasto presa né il tasto salto nel mentre). Dopodiché, passate a Spyro (ci riferiamo sempre alla modalità giocatore singolo), il quale dovrebbe essere rimasto, a causa della catena, bellamente sospeso a qualche metro dal suolo. Sfruttate la sua oscillazione, premendo il tasto salto consecutivamente, sino ad attivarla e, nel mentre, controllate l’angolazione del vostro volo, in modo che il drago impatti (senza che tuttavia vi siano danni per il medesimo) contro la parete rocciosa da abbattere. A questo punto, selezionando (in caso non lo abbiate fatto), l’elemento terra, attivate l’attacco elementale macigno per distruggere la parete e proseguire nell’ultima parte di questo capitolo. Avrete in questo modo raggiunto, superando in volo l’arco, la location del tempio. Prendetevi qualche momento prima di gettarvi sulla quarta ed ultima chiave, con la finalità di infrangere un cristallo rosso della vita ed un cristallo dello spirito. Fatto ciò, avvicinatevi al tempio per scoprire una simpatica scimmietta scheletrica che si approprierà della chiave. Non temete, sbarazzatevi di lei e delle sue compagne con il solito attacco paura di Cinerea o con il fuoco di Spyro, raccogliete la chiave e sfruttate la corrente ascensionale che dal tempio vi riporterà alle porte e alla statua del drago non ancora risvegliata.

Una volta collocata la chiave ai piedi della statua, partirà un’interessante cut-scene in cui i quattro draghi guardiani si sposteranno dalla città di Belligera alla diga, inaugurando l’apertura del prossimo capitolo.

ending

Non temere giovane drago, ce la faremo
Nella nostra lunga storia si narra che siano esistiti solo due draghi viola…Malefor poteva fare grandi cose, ma scelse la via del male
La tua esistenza ripristina l’equilibrio della natura

Ignitus

Congratulazioni! Avete completato anche il sesto capitolo della Leggenda di Spyro, assistete ora ad una nuova cut scene esplicativa, al termine della quale vi ritroverete alla Diga. ^^

Continua qui per…Capitolo 07


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: http://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.