The Legend of Spyro: L’Alba del Drago – Capitolo 4: Belligera, l’assedio

belligera_vista

In questa sezione analizzeremo tutte le tappe indispensabili per portare al termine il titolo The legend of Spyro, l’Alba del Drago.

Comunque sia non ci limiteremo a darvi solo informazioni su come completare il gioco, ma vi guideremo anche attraverso le sezioni della Guida (a fianco) per riuscire in questa nostra avventura, in modo da risolvere al meglio gli enigmi di cui il gioco è costellato e da sconfiggere i potenti ed agguerriti nemici che lo popolano.

Parte I: Aiuto alle talpe

belligera(chap4) hunter_belligera(chap4) spyro_cynder_belligera(chap4)

Come per la Valle di Avalar, anche questo capitolo comincia con una missione da compiere. Si tratterà  di un livello piuttosto lungo, suddiviso in tre parti, durante le quali ve la vedrete con nemici tutt’altro che mansueti. Dopo la cut scene iniziale, in cui verrete separati da Hunter a causa di una fatalità, la città dei Draghi, con la sua complessa architettura e le sue bellissime luci, vi si parerà dinnanzi.

Aiuto, vi prego, aiutateci!

salva_talpeAnzitutto, poiché non avrete tempo, ignorate i nemici. Voltate i draghi e volate per un buon tratto, quindi svoltate a sinistra per due volte passando sotto gli edifici. Il primo obiettivo che dovete completare consiste appunto nello spegnere il fuoco. Giunti alla fontana con i draghi, alla dicitura “riempi il laghetto di acqua” noterete degli ingranaggi, che dovrete azionare, ovviamente seccati da vari grublin che faranno capolino per rompervi le uova nel paniere. Per prendere tempo, usate ghiaccio per Spyro e Paura per Cinerea. Ora, evitando tutti i nemici e proseguendo in volo, passate dinnanzi all’edificio in fiamme, proseguite, girate a destra e poi a sinistra fino ad una piazza. Adesso dovrete trovare un secchio. Sono contenuti all’interno di un deposito, che è chiuso, ma proprio nelle vicinanze, sulla vostra destra troverete una leva per aprire la grata. Passate da un drago all’altro ed equipaggiate entrambi con i secchi, in modo da ottimizzare i tempi. Fate attenzione alla barra rossa in basso a destra sullo schermo: se si svuota, infatti, dovrete ricominciare la missione da capo. Ripercorrete all’inverso la strada ed in volo planate sulla fontana. Una volta riempito il secchio, avvicinatevi all’incendio per sedare le fiamme.

Nota! Potreste essere costretti a prendere più di un secchio per completare la missione.

Completata la missione, partirà una cut scene:
“Ascoltatemi, chi è ancora in grado di combattere, salga sui bastioni”
Spyro

thankspyroNon è necessario che saliate subito sui bastioni, in quanto la zona è ricca di cristalli. Comunque, in caso vogliate proseguire la vostra avventura, la via è la medesima che avete percorso per trovare i secchi. In caso, invece, siate interessati ad appropriarvi del ricco bottino, seguite passo passo questa soluzione. Nella piazza in cui vi trovate (la stessa ove avete salvato le talpe) noterete un cancello e delle casse.

Spiegazione! Non si può attraversare il cancello, se non impiegando l’ombra di Cinerea (tasto “Attacco elementale speciale” per attivare un attacco sotterraneo che vi permetterà di raggiungere la leva in fondo, di azionarla e di consentire anche il passaggio di Spyro, il tutto finalizzato al recupero di un cristallo rosso della vita.

Infrangete anche le casse situate sotto la colonna in rovina ed avvaletevi dei rampicanti che crescono sulla medesima per salire. Sul terrazzo noterete un braciere dalle sembianze dragonesche: impiegate il fuoco di Spyro su di esso, facendo partire, in questo modo, un filmato che inquadra un cristallo rosso della vita. Anche sul terrazzo troverete un cancello in tutto e per tutto identico a quello precedente: impiegate l’ombra di Cinerea per oltrepassarlo e per rinvenire una corazza (coda di Cinerea, aumenta la velocità  di attacco). Dalla vostra attuale posizione, planate sino all’edificio di fronte (quello dove avete salvato le talpe) per reperire un cristallo dello spirito.

Nota! Per guadagnare punti esperienza potete anche infrangere lo steccato che delimita il terrazzo.

A questo punto, tornate alla piazza dove avete innescato il meccanismo della fontana. Alla vostra sinistra troverete un anfratto con un cristallo magico verde. Proseguendo, proprio di fronte a voi noterete dei rampicanti. Impiegateli per raggiungere il tetto dell’edificio e per scoprire un congegno identico al corno delle Catacombe. Selezionate ed usate il vento di Cinerea per attivare il corno ed abbassare la parete dell’edifico di fronte in modo da raggiungere il secondo dei tre bracieri ed accenderlo. Ora tornate alla piazza ove avete recuperato i secchi, magari in volo, vedetevela con qualche insignificante grublin armato di pala (l’elettricità  di Spyro è un portento) e – una volta che vi siete liberati dei seccatori – salite le scale ed infrangete un cristallo dello spirito. Dopodiché, guardatevi attorno per reperire il terzo braciere ed accenderlo. Ora, proprio nella piazza, scendendo di nuovo le scale, noterete l’anfratto con il cristallo rosso della vita e, vicino ad esso, anche una gemma blu dello spirito. Senza ulteriori indugi potete risalire le scale per l’ennesima volta e salvare il gioco.

Nota! La seconda parte del Capitolo non è affatto semplice. Vi consigliamo di potenziare i vostri elementi in modo da avere la disponibilità dell’attacco elementale speciale (tasto “Attacco elementale“). Come sempre, è caldamente raccomandato, dopo il salvataggio, di uscire dal gioco e selezionare dalla schermata principale la modalità storia per ripetere i precedenti capitoli.

Parte II: I bastioni

talpa(chap4) catapulta(chap4) %w.allgamestaff.altervista.org/</a

Come già anticipato, la seconda parte del capitolo non è affatto semplice, infatti dovrete tentare di gestire (e di sopravvivere) una serie di situazioni piuttosto spinose e complesse. Eccole di seguito elencate:

  •  Controllare e difendere la catapulta
  •  Ricaricare la catapulta
  •  Abbattere le torri d’assedio

def250Risalite le scale ed azionate il meccanismo per abbassare il cancello ed accedere ai bastioni. Partirà così una cut-scene in cui l’obiettivo principale sarà proteggere la catapulta ed evitare che essa vada distrutta.

“Aiuto! Non devono distruggere la Catapulta”
Talpa

ric250La strategia ottimale per evitare che la catapulta vada in frantumi (e che quindi siate costretti a riprendere da capo la parte sull’assedio) è la seguente: in primo luogo, avvicinatevi alla Catapulta ed impiegate ogni attacco elementale che potete reputare utile allo scopo di allontanare il maggior numero possibile di nemici, tra i quali l’ombra di Cinerea (non il fuoco d’ombra) ed il ghiaccio di Spyro, quindi – quando la talpa vi avviserà che le munizioni sono finite – allontanatevi dalla catapulta sino al meccanismo a forma di coda di drago per ricaricare la macchina da guerra e garantire un attacco. A questo punto partirà una cut-scene al termine della quale i nostri due draghi non dovranno soltanto occuparsi della catapulta, ma anche distruggere le torri d’assedio (in tutto quattro) ed eliminare i nemici che tenteranno di impadronirsi dei bastioni.

Spiegazione! Le torri d’assedio sono strutture che dovrete abbattere. Tuttavia, prima di dedicarvi ad esse, è meglio che eliminiate tutti i nemici che vi si parano innanzi, tra cui grublin e soldati, alcuni dei quali equipaggiati con armi a gittata. Per questi ultimi l’ombra e l’attacco paura di Cinerea sono assolutamente consigliati, così come il Soffio Terra di Spyro. Cercate di mantenervi a distanza di sicurezza dalle torri, in quanto esse presentano dei fastidiosi cristalli neri i quali, come già spiegato in precedenza, assorbono tutta la barra del mana. Una volta uccisi tutti i nemici, abbattete il cristallo nero con una combo aerea, di Spyro, di Cinerea o di entrambi, a seconda della modalità in cui state giocando.

Distrutta la prima torre d’assedio, in una nuova cut-scene, un proiettile colpirà la catapulta e la talpa-soldato verrà sbalzata lontano. Una nuova missione coinvolgerà sia Spyro sia Cinerea (della serie le disgrazie non vengono mai da sole) ovvero recuperare la talpa e scortarla fino alla catapulta. Sconfiggete le serie di nemici che vi si parano innanzi. C’è poco da fare: usate gli attacchi elementali ed anche le combo aeree. Non succede comunque nulla se vi allontanate dalla talpa, anzi siete autorizzati a farlo qualora vediate che la barra rossa che segnala lo stato della catapulta si abbassa troppo. Per riparare la catapulta è sufficiente avvicinarsi alla medesima (parte sinistra), premere il tasto Presa e, quindi, ripetutamente, il tasto Attacco debole.

Nota! Quando la barra rossa della catapulta scende sotto la metà, la schermata di gioco lampeggerà di rosso ed udirete una serie di campanelli di allarme; avrete circa un minuto per ripararla.

torre250Ricaricate la catapulta ancora una volta, quindi preparatevi (come nella strategia precedentemente indicata) a distruggere le ultime due torri d’assedio. Per l’ultima volta, come indicato, ricaricate la catapulta e fate partire una cut-scene, al termine della quale, a causa di un masso, una delle torri dei bastioni cadrà, sgomberando il passaggio per la successiva location di gioco e la terza parte di questo impegnativo capitolo. Comunque sia, prima di proseguire, prendetevi qualche minuto per esplorare i bastioni e, qualora non lo abbiate fatto nel corso della battaglia, infrangete tutti i cristalli presenti, in special modo:

  •  Tre cristalli azzurri dello spirito
  •  Un cristallo rosso della vita (la barra della vita >. Una volta riempito il secch9
  • %Co per sedare le fiamme.8la barra del mana di Cinerea aumenta sensibilmente)

Adesso, proseguite oltre i bastioni e la torre crollata per raggiungere un cortile, fortunatamente privo di qualsivoglia nemico e invece ricco di ghiotti premi, tra cui altri cristalli dello spirito (3), alcune anfore da infrangere ed uno scrigno che contiene l’elmo argentato di Spyro, utilissimo per aumentare i danni degli attacchi corpo a corpo. Troverete anche un punto di salvataggio: come sempre, salvate il gioco prima di vedervela con la terza parte della vostra avventura, che andrà a concludere il capitolo di Belligera “bassa” e quello dell’assedio. Oltre a ciò, ripristinate il mana e la salute.

Parte III: L’ariete


cynder_bastioni(chap4) riforzi(chap4) fire_gate(chap4)

In primo luogo, impiegate i rampicanti che crescono sulla parete del cortile per raggiungere il terrazzo sopraelevato, quindi, con un piccolo volo, raggiungete l’edificio antistante, sul quale dovrete nuovamente arrampicarvi per raggiungere la sommità della costruzione in mattoni dorati e far partire una cut-scene.

Gli obiettivi che si palesano nella terza parte di questo lungo capitolo consistono in:

  •  Sconfiggere il troll
  •  Mantenere chiuse le porte della città

Prima di dedicarvi alla simpatica creatura, comunque, salite le scale alla vostra sinistra per raggiungere un cancello ed, impiegando l’ombra di Cinerea, oltrepassarlo (tramite l’attacco sotterraneo), poi infrangete un cristallo azzurro dello spirito, l’ultimo di questo capitolo.

Boss: Troll (Belligera Bassa)

trollStrategia: Il troll, nonostante la mole, presenta un’agilità ed una velocità  tutt’altro che trascurabili. Inoltre, ha la prerogativa di sparire sottoterra e di ricomparire alle vostre spalle. Il miglior modo per abbatterlo è cercare di arrivare alla battaglia con il soffio furia disponibile e, di conseguenza, attivarlo. Se questo non fosse possibile, non lesinate nelle combo aeree e nell’impiego del soffio elettrico di Spyro. E’ meglio tentare di colpire il nemico alle spalle, cercando di allontanarsi, sempre in volo, nel momento in cui va caricando i suoi pugni o impiegando la rotazione aerea.

gateSconfitto il nemico e, si spera, usciti indenni da questa avventura, cercate di aprire il forziere con la finalità di reperire una nuova corazza per Cinerea. Esso comparirà  esattamente al centro della piazza; dovrete tentare di ottimizzare i vostri tempi d’azione in quanto, appena sconfitto il troll, dovrete vedervela con una serie di grublin e di soldati, che tenteranno di penetrare nella città attraverso le porte.

In primo luogo, per arginare il problema degli invasori, eliminate tutti coloro i quali, vostro malgrado, sono riusciti ad entrare. Badate che si tratta di soldati equipaggiati con armi a gittata, per cui è buona norma agire con il ghiaccio per Spyro e con il soffio Paura per Cinerea. Dopo, avvicinatevi alle porte e premete il tasto “Afferra” e di seguito, ripetutamente, il tasto “Attacco debole” per richiuderle. Passate a Spyro, selezionate il soffio fuoco ed avvaletevi del medesimo per accendere i bracieri nello stesso modo in cui avete fatto per la prima parte di questo capitolo. Accendeteli con il soffio elementale e non con l’attacco elementale speciale. Posizionatevi quindi di fronte alla porta e non allontanatevi da essa, anzi impiegate la combinazione di tasti Presa/Attacco debole per richiuderla ogni volta che si aprirà. Dovrete attendere che il fuoco, partito dai due bracieri, arrivi al cuore del drago per far partire una cut-scene, che concluderà  questo capitolo.

“Si stanno ritirando”
Talpe

Congratulazioni! Avete completato anche il quarto capitolo della Leggenda di Spyro, preparatevi al meglio per proseguire l’avventura nel prossimo capitolo! ^^

Continua qui per…Capitolo 05


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.