Final Fantasy XIII-2 – Fine dei Paradossi

In questa sezione analizzeremo insieme tutte le storie di Final Fantasy XIII-2 che appartengono alla categoria “Fine dei paradossi“. Molti di questi eventi possono essere attivati soltanto dopo aver terminato la fine del gioco, mentre altri (come ad esempio il paradosso in Nuova Bodhum) possono essere portati a termine già durante la prima partita. Per la nostra soluzione, abbiamo procrastinato tutti questi eventi al post-epilogo ed in questa pagina troverete la soluzione per ognuno di essi. Portando a termine i vari paradossi in cui siamo incorsi durante il gioco, potremo assistere a nuovi filmati conclusivi. Nella sostanza, questi filmati rispondono alla domanda “cosa sarebbe successo se…?“. Trascrivere la fine dei paradossi, inoltre, ci consentirà di raccogliere gli ultimi frammenti rimasti. Una volta terminato il gioco, infatti, potrete recarvi dalla Mistica a Serendipity per sbloccare il privilegio Paradoscopio, grazie al quale potrete rigiocare alcune battaglie e sconfiggere nemici prima imbattibili! Se arriverete al totale di 160 frammenti recuperati, potrete ripetere l’ultimo capitolo (Epilogo) e le battaglie finali per assistere ad un filmato segreto.

Prima di cominciare

Prima di dare ufficialmente avvio al completamento dei paradossi, ci sono rimaste ancora un paio di cose da sistemare. Questo paragrafo è dedicato proprio a queste ultime attività. In particolare, ci sono ancora due frammenti (non derivanti dalla trascrizione dei paradossi) da recuperare (questione di pochissimi minuti). Recatevi, allora a Nuova Bodhum (700 DD), subito dopo aver completato il gioco, per raccoglierli brevemente.

MESSAGGIO DI SERAH (FRAMMENTO)


Requisiti di attivazione: aver terminato il gioco ed ottenuto il Paradoscopio (privilegio).


Dopo aver ottenuto il privilegio Paradoscopio dalla Mistica di Serendipity (info: sezione “I Privilegi“), tornate a Nuova Bodhum (700 DD) ed attivate il privilegio in questione dal vostro menù di gioco. Dopo, esplorate la parte sud della Spiaggia per ottenere il frammento Messaggio di Serah e 600 PC.

MESSAGGIO DI NOEL (FRAMMENTO)


Requisiti di attivazione: aver terminato il gioco ed ottenuto il Paradoscopio (privilegio).


Dopo aver ottenuto il privilegio Paradoscopio dalla Mistica di Serendipity (info: sezione “I Privilegi“), tornate a Nuova Bodhum (700 DD) ed attivate il privilegio in questione dal vostro menù di gioco. Dopo, esplorate l’estremo ovest della Piazza (figura) per ottenere il frammento Messaggio di Noel e 600 PC.

HopeBene, siamo quasi pronti a tuffarci nelle nuove missioni. Vi facciamo presente che, per completare e trascrivere le fini dei paradossi, sarà necessario chiudere i portali visitati nel corso dell’avventura; a questo scopo, avrete bisogno dei vari Lucchetti sparsi per tutto il mondo di Final Fantasy XIII-2. Se in inventario ve ne mancasse qualcuno, usate la sezione “Artefatti e Lucchetti” per raccapezzarvi nella ricerca degli oggetti mancanti. Ancora un’annotazione: se avete avviato le missioni “Master in Paradossi” e “Master in Mostrologia“, assicuratevi che siano completate prima del termine dell’ultimo paradosso. Se accidentalmente doveste dimenticarvi uno dei frammenti derivanti da queste missioni, potreste ritrovarvi a concludere nuovamente l’ultimo capitolo di gioco senza assistere al filmato segreto (anche un solo frammento mancante ve ne precluderà l’accesso). Cliccate qui per approfondimenti sulla missione “Master in Paradossi“, mentre fate visita a questa pagina per delucidazioni e suggerimenti per completare al meglio la missione “Master in Mostrologia“. A quest’ultimo proposito, potete provare a sconfiggere alcuni dei mostri più forti del gioco, per esempio Attila, quando più lo desiderate (riferimento: sezione “Strategie mostri“); così facendo, allenerete la vostra squadra e registrerete nel vostro bestiario anche nuove creature (necessarie per completarlo interamente e concludere la missione in questione).

Fatta questa doverosa premessa, accedete all’Historia Crux – quando siete pronti – e selezionate la destinazione “Rovine di Bersah (5 DD)” per trascrivere la fine del primo paradosso! =)

Rovine di Bersah (5 DD): Un errore gigantesco

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: No

Fine dei ParadossiPotete dare una conclusione a questo paradosso anche durante la trama principale di gioco, ma sicuramente rimandare lo scontro che vi attende a dopo l’epilogo del gioco semplificherà nettamente la battaglia, garantendovi con più possibilità i requisiti minimi consigliati per affrontarla. Per trascrivere questo paradosso, occorrerà battere Atlante senza indebolirlo con l’apposito congegno (che invece è praticamente obbligatorio adottare durante la vostra prima visita). Vediamo come preparaci al meglio:

  • Parametri: Inutile dire che, quanti più PV avranno Serah e Noel, tanto più agevole sarà la battaglia che seguirà; consigliamo almeno 2.500-3.000 PV per Serah e almeno 3.500-4.000 PV per Noel.
  • Coalizioni: vi suggeriamo un Tartabunker al Livello 30 (Sentinella), un Drone Dragone al Livello 20 (Attaccante) ed un Budino ausiliare al Livello 23 (Terapeuta); naturalmente, sentitevi liberi di schierare in campo i mostri che ritenete più opportuni o che avete allenato con maggior dedizione.

Per quel che concerne gli optimum, vi esortiamo a creare una lista che sia uguale o simile a quella sotto presentata.

Nome optimum Ruolo di Serah Ruolo di Noel Ruolo del mostro
Furia Occultista Attaccante Attaccante
Peana trionfale Occultista Attaccante Terapeuta
Raid inesorabile Occultista Occultista Attaccante
Fenice Terapeuta Terapeuta Sentinella
Trimurti Sabotatore Sinergista Terapeuta
Inno a Esculapio Terapeuta Terapeuta Terapeuta

Non appena siete pronti, utilizzate il Lucchetto delle Ferite (si trova nei Monti Yaschas (10 DD), info qui) per chiudere il portale relativo alle Rovine di Bersah (5 DD) nella Historia Crux. Dopodiché, riaffrontate la battaglia di apertura contro Paradosso Alfa (per la strategia, vi invitiamo a consultare la soluzione del “Capitolo 02“) e saltate i filmati fino ad arrivare nuovamente da Atlante, quindi avvicinatevi al mostro per sfidarlo.

Boss: Atlante

Hp: 156.000    PC: 500

Crisi: 900%      Bottino: Generatore prodigioso (100%) o Banda d’oro (5%)

AtlanteStrategia: L’arsenale di tecniche a disposizione di Atlante, così come in precedenza, è ancora limitato. Le poche abilità di cui dispone sono comunque molto potenti, anche se fortunatamente il vostro avversario è piuttosto impacciato nei movimenti, viste le sue mastodontiche dimensioni, e questo dovrebbe fornirvi tutto il tempo per passare ad optimum difensivi come “Fenice” o – per le squadre meno sviluppate – “Grande muraglia” (tre Sentinelle). Per le cure necessarie, potete scegliere l’optimum più congeniale alla vostra situazione: adottate, ad esempio, “Inno a Esculapio” per ripristinare in un lampo le vostre energie, oppure optate per “Trimurti” per cercare di conservare anche il bonus catena accumulato (in realtà, però, è molto difficile arrecare depotenziamenti ad Atlante, senza contare che i vostri effetti di potenziamento verranno rimossi puntualmente ogni qualvolta Atlante deciderà di stringervi fra le mani). Appena avete terminato con le cure o non vi state difendendo dagli assalti avversari, optate per “Raid inesorabile” ed attaccate insistentemente per riempire la barra catena (nonostante il nemico abbia un’elevata resistenza in tal senso). Alternando fasi di difesa e di attacco, dovreste essere in grado di abbattere Atlante in pochi minuti.

Ultimato il conflitto, sbloccherete la Fine dei paradossi “Un errore gigantesco“, che potrete visualizzare nella Pianura di Archylte (??? DD). In aggiunta, riceverete (senza considerare il Bottino della battaglia) il frammento Trascrizione di “Un errore gigantesco” ed un totale di 11.000 PC.

Oerba (200 DD): La verità di Vanille

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: Sì

Fine dei ParadossiPer poter sbloccare questa Fine dei paradossi, dovrete aver completato il gioco almeno una volta, così da poter attivare il privilegio Paradoscopio dall’apposito menù. A questo punto, disattivate il portale di Oerba (200 DD) nella Historia Crux con il Lucchetto degli incontri (reperibile nei Monti Yaschas (1X DD), info qui). Se volete, non siete costretti a completare nuovamente tutti e tre i labirinti temporali della zona. Assicuratevi, più semplicemente, di recarvi alla Vecchia Scuola, non appena la mappa ve lo consente (per la soluzione completa e l’illustrazione dei vari percorsi, vi rinviamo alla soluzione del “Capitolo 03-A“). Qui – se lo ricordate dalla vostra prima visita – vi aspetta uno scontro con Caius, imbattibile al tempo in cui l’avete affrontato. Attivando il privilegio Paradoscopio, però, avrete finalmente la possibilità di confrontarvi lealmente con questo avversario, fino a poterlo sconfiggere. Ovviamente, la battaglia sarà molto più impegnativa rispetto a quella passata, motivo per cui una preparazione adeguata diventa indispensabile. Doniamo qualche suggerimento di seguito.

  • Parametri: Anche in questo caso, quanti più PV avranno Serah e Noel, tanto più agevole sarà la battaglia da sostenere; consigliamo almeno 2.500-3.000 PV per Serah e almeno 3.500-4.000 PV per Noel.
  • Coalizioni: inserite in campo i nemici che avete allevato meglio nelle rispettive discipline, che trovate nella lista optimum che segue.

Quanto agli optimum, ecco la lista che adopereremo.

Nome optimum Ruolo di Serah Ruolo di Noel Ruolo del mostro
Segnale di Riscossa Sabotatore Sinergista Sentinella
Catastrofe Occultista Sabotatore Occultista
Raid inesorabile Occultista Occultista Attaccante
Resistenza Terapeuta Sabotatore Sentinella
Cerberus Attaccante Attaccante Attaccante
Baluardo Sentinella Terapeuta Sentinella

Boss: Caius Ballad (Paradoscopio attivo)

Hp: 424.000    PC: –

Crisi: 300%      Bottino: –

Caius BalladStrategia: Il tempismo nella scelta delle azioni di battaglia è essenziale in questa occasione. Dovrete pianificare bene le vostre mosse per evitare perdite di tempo prezioso. Per prima cosa, tenete d’occhio la fastidiosa abilità Anima e corpo, con cui Caius si munirà degli status Rigene, Audacia e Fede. Se non eliminate subito questi potenziamenti, il vostro nemico sferrerà degli attacchi ancora più potenti e sarete obbligati a perdere un sacco di tempo per dedicarvi alle immancabili cure. Per evitare questo imprevisto, iniziate subito con “Segnale di riscossa” e lasciate che Noel attribuisca ai vostri personaggi alcuni effetti positivi, mentre il Sabotatore tenta di rimuovere quelli di Caius. Appena avete conferito i potenziamenti, cambiate subito optimum (per non perdere troppo tempo) in “Catastrofe“, ammesso che i PV della vostra squadra siano a buoni livelli (barra verde); in caso contrario, impostate “Resistenza“, se dovete ancora rimuovere gli effetti di potenziamento da Caius ma dovete curarvi, o “Baluardo“, se versate in condizioni veramente critiche. Ci raccomandiamo di essere più precisi che potete nelle azioni da compiere. Se vi accorgete di non riuscire a sconfiggere Caius prima che questo provveda a ristabilire le proprie energie, la vostra squadra potrebbe necessitare di un allenamento maggiore. Per ridurre al minimo i problemi, mantenete sempre attivi su Caius gli status alterati Bio, Deaegis e Desphaera (anche Stress, se riuscite). Ricordate di usare “Resistenza” per rimuovere i potenziamenti di Caius con Dissipatio, ma adottate “Catastrofe” per ferirlo in modo ingente. Riempite la sua barra catena e mandatelo in Crisi. In questa fase, utilizzate “Cerberus” per tempestarlo di attacchi; se Caius dovesse utilizzare Anima e corpo durante la Crisi, tornate a “Catastrofe“, qualora notiate che gli mancano pochi PV per cadere. Se così non fosse, riadottate le strategie di prima e rimuovete ogni beneficio di cui disponga, pensando anche ai vostri PV. Eventualmente, prendete in considerazione l’ipotesi di adoperare l’Istinto bestiale del vostro mostro Occultista, specialmente durante una Crisi, per agevolarvi nel combattimento (arrivare con le barre dell’istinto bestiale già caricate può aiutare) ed aumentare il bonus catena a vostro favore. Dopo, utilizzate “Cerberus” ed un altro Istinto bestiale per infierire ulteriormente, magari fino a conquistare la vittoria.

Neutralizzato il nemico, sbloccherete la Fine dei paradossi “La verità di Vanille“, visualizzabile ad Oerba (??? DD). Qui, dopo aver assistito alla scena d’intermezzo, riceverete il frammento Trascrizione di “La verità di Vanille” e 10.000 PC.

Riserva di Sunleth (300 DD): Budino scaccia budino

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: No

Fine dei ParadossiAnche per questa Fine dei Paradossi occorrerà sconfiggere un nemico piuttosto temibile: ricordate Vostra maturità? Dopo averlo sconfitto all’inizio del Capitolo 03-B, fu necessario indebolirlo ulteriormente (come con Atlante) per poterlo nuovamente fronteggiare ed avere qualche speranza di vittoria, nonostante l’indicatore di viaggio segnalasse di avviare subito lo scontro. Ebbene, già dopo l’epilogo del gioco (se volete, potete comunque provarci anche prima), la vostra squadra potrebbe possedere tutti i requisiti necessari per mettere al tappeto il budino gigante senza bisogno di indebolirlo, attivando così la Fine del paradosso. Come sempre, vediamo qualche consiglio per predisporre la squadra all’incombente battaglia.

  • Parametri: suggeriamo almeno 2.000-2.500 PV per Serah e almeno 2.500-3.000 PV per Noel. Naturalmente, quanto più abbondantemente supererete queste soglie, tanto maggiore sarà il vantaggio che conquisterete nella battaglia.
  • Coalizioni: vi suggeriamo un Tartabunker al Livello 30 (Sentinella), un Policride almeno al Livello 20 (Occultista) ed un Budino ausiliare almeno al Livello 34 (Terapeuta), necessario per far apprendere a quest’ultimo l’utile magia Esnada; potete sostituire il mostro Occultista con una qualsiasi altra creatura dello stesso ruolo che possegga abilità di elemento Aria, a cui Vostra maturità è vulnerabile.

Per quel che riguarda gli optimum, ecco la lista che vi consigliamo.

Nome optimum Ruolo di Serah Ruolo di Noel Ruolo del mostro
Furia Attaccante Attaccante Occultista
Peana trionfale Occultista Attaccante Terapeuta
Tripla calamità Occultista Occultista Occultista
Grande muraglia Sentinella Sentinella Sentinella
Catastrofe Occultista Sabotatore Occultista
Inno a Esculapio Terapeuta Terapeuta Terapeuta

Assicuratevi di avere qualche Pozione lenitiva in inventario ed eventualmente anche qualche Panacea; questi oggetti potrebbero tornarvi utili durante la sessione di combattimento. Quando avete finito con i preparativi, utilizzate il Lucchetto degli Addii (si trova ad Academya (400 DD), info qui) per chiudere il portale della Riserva di Sunleth (300 DD) nella Historia Crux. Dopodiché, riaffrontate la battaglia di apertura contro Vostra maturità (per la strategia, vi invitiamo a consultare la soluzione del “Capitolo 03-B“), quindi procedete nuovamente verso il gigantesco budino per sfidarlo ancora, stavolta ad armi pari.

Boss: Vostra maturità

Hp: 750.780    PC: 300

Crisi: –      Bottino: Cristallo vitale (50%) o Simbolo sacrificale (10%)

Vostra maturitàStrategia: Per prima cosa, è bene inquadrare subito il punto debole del vostro avversario: la prevedibilità. Vostra maturità, difatti, esegue le sue mosse secondo un ordine predefinito, consentendovi così di programmare la vostra offensiva con il minimo margine di errore. Passiamo brevemente in rassegna gli attacchi più pericolosi dell’avversario: Rutto infligge lo status Bio (e potrete immediatamente curarlo con l’abilità Esnada del vostro Budino ausiliare) e l’Attacco nervoso, che è decisamente più potente e viene adoperato da Vostra maturità nelle fasi finali dello scontro, quando i suoi PV toccano livelli critici; con questa abilità, il nemico si potenzia con lo status Sprint e incorpora lo status Lesione in tutti gli attacchi che sferrerà. Non dimenticatevi di adottare l’optimum “Grande muraglia“, nel caso riteniate che la vostra squadra possa avere difficoltà nel reggere questi assalti. Detto questo, aprite le danze con l’optimum “Catastrofe“, così da infliggere a Vostra maturità gli status Deaegis e Desphaera, che teme particolarmente. Il vostro bersaglio non può entrare in Crisi, ma potrete comunque arrecargli danni notevoli aumentando il suo bonus catena. A questo scopo, gli Occultisti sono i migliori, per cui impostate “Tripla calamità” ed attaccate sistematicamente, cambiando rapidamente formazione in “Peana trionfale” ogni volta che desiderate curare i feriti. Come noterete voi stessi, la miglior strategia di difesa in questa battaglia è proprio l’attacco: cercate di curarvi il minimo indispensabile per non trascurare gli assalti ed il bonus catena (“Inno a Esculapio” dovrebbe rimanere l’optimum per le vere emergenze). Non appena il bonus catena raggiunge un livello percentuale elevato (circa 600%, se possedete una squadra ben allenata, o 900% nell’ipotesi opposta), rilanciate gli status Deaegis e Desphaera (se esauriti), quindi passate a “Furia” per stracciare l’avversario.

Scongiurato il pericolo della zona, sarete rinviati alla Historia Crux e sbloccherete la Fine dei paradossi “Budino scaccia budino” nell’area Riserva di Sunleth (??? DD). Selezionatela per visualizzare la sequenza in questione, al termine della quale otterrete (senza considerare il Bottino della battaglia) il frammento Trascrizione di “Budino scaccia budino” e 10.000 PC.

Torre di Agastya (200 DD): Esperimenti

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: Sì

Fine dei ParadossiQuesto evento è attivabile solo dopo aver terminato il gioco almeno una volta, avendo quindi ottenuto il privilegio Paradoscopio dalla Mistica a Serendipity. Attivate il privilegio dal menù di gioco e chiudete il portale della Torre di Agastya (200 DD) nella Historia Crux con il Lucchetto della verità (rintracciabile ad Academya (4XX DD), info qui). Dopodiché, ripetete il percorso per arrivare all’ultimo piano (la soluzione completa di tutta l’area è disponibile nella pagina dedicata al “Capitolo 04“) e preparatevi ad affrontare nuovamente il Protofal’Cie Adam. Questa versione del Fal’Cie è più forte rispetto alle precedenti, ma più che altro solo dal punto di vista dei parametri, ben più elevati in termini di PV (551.200 unità), POT Fisica (288 punti) e POT Magica (192 punti). Per il resto, tuttavia, la strategia da utilizzare per batterlo è la medesima: eliminate prima il Pedipalpo destro ed il Pedipalpo sinistro, quindi proseguite con gli optimum e le tattiche indicate nella sezione “Soluzione“, qui.

Quando avrete fatto fuori il nemico, vedrete comparire una nuova destinazione nella Historia Crux: Torre di Agastya (??? DD). Selezionatela per visualizzare la Fine dei paradossi “Esperimenti“, conclusa la quale riceverete il frammento Trascrizione di “Esperimenti” e 10.000 PC.

Nota! Esistono quattro diverse versioni del ProtoFal’Cie Adam (e annessi Pedipalpi destro e sinistro) nella Torre di Agastya (200 DD) ed è necessario registrarle tutte nel bestiario del vostro menù per completare con successo la missione secondaria “Master in mostrologia“. La versione che avete appena sconfitto rappresenta la quarta registrazione; per ulteriori dettagli e approfondimenti, vi rimandiamo alla sezione “Master in mostrologia“.

Academya (4XX DD): Il futuro è la speranza

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: Sì

Fine dei ParadossiQuesta Fine dei Paradossi può essere visualizzata solo dopo aver concluso il gioco almeno una volta, avendo quindi ottenuto il privilegio Paradoscopio dalla Mistica a Serendipity, ed è senza dubbio una delle più semplici e veloci da completare. Per iniziare, attivate il privilegio dal menù di gioco e chiudete il portale relativo ad Academya (4XX DD) nella Historia Crux con il Lucchetto della promessa(situato nel Mondo morente (700 DD), info qui). Dopo, saltate i vari filmati di apertura e recatevi al Quartier Generale per parlare con Alyssa e Hope. Quando richiesto, consegnate i cinque nuclei gravitonici necessari ai ricercatori, come avete fatto durante la trama principale di gioco, ma assicuratevi di non saltare il filmato che partirà quando consegnerete il quinto nucleo gravitonico (l’ultimo). Non appena Alyssa si accinge a consegnarvi l’Artefatto erratico, infatti, si attiverà una Riflessione: rispondete “No” (X/A) per attivare la sequenza della Fine del paradosso.

Una volta che avrete fatto chiarezza sui piccoli misteri che avvolgevano alcuni personaggi secondari, riceverete il frammento Trascrizione di “Il futuro è la speranza” e 3.000 PC.

Il vuoto oltre (??? DD): Un cielo senza tempo

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: Sì

Fine dei ParadossiQuesta Fine dei paradossi è una delle più impegnative (se non la più impegnativa) da concludere. Dovrete, difatti, ripetere lo scontro con Caius ne Il vuoto oltre (??? DD), al tempo della visita che ha aperto il Capitolo 05 (clic qui per ulteriori dettagli), ma con il privilegio Paradoscopio attivo (potrete ottenere il privilegio solo dopo aver terminato il gioco). Per rivivere questa battaglia, in cui ovviamente Caius sarà ancora più potente, è necessario rigiocare quella porzione della storia che parte da Academya (4XX DD) e conduce a Il vuoto oltre (??? DD) (info qui). Prima di tuffarsi in questa nuova impresa, però, non possiamo non dedicarci alla preparazione della squadra, considerata soprattutto l’ulteriore difficoltà rappresentata dall’assenza di Noel. Vediamo alcuni requisiti prudenziali:

  • Serah: è preferibile che la ragazza abbia almeno 5.000 PV, altrimenti il combattimento rischia di rivelarsi davvero impari. Vi suggeriamo di equipaggiare Serah con un’arma che possa velocizzare il riempimento della barra ATB (controllate nella sezione “Elenco armi” quelle che possono fare al caso vostro) e di puntare su accessori che aumentino PV o POT Magica.
  • Coalizioni: potete schierare in campo un Tartabunker al Livello 30 (Sentinella), ma assicuratevi che abbia appreso (con retaggio) la tecnica Rigeneratore(altrimenti inserite un mostro che possegga questa abilità nella stessa disciplina). Inoltre, un buon compagno può essere il Drone Dragone al Livello 20 (Attaccante) o un qualsiasi mostro dello stesso ruolo che abbia l’abilità Trivella fisica.

Quanto agli optimum, ecco la lista che vi consigliamo, prima di iniziare la battaglia (vi ricordiamo che sono optimum costruiti per due alleati).

Nome optimum Ruolo di Serah Ruolo del mostro
Carica coperta Attaccante Sentinella
Carica distruttiva Occultista Attaccante
Difesa potente Sinergista Sentinella
Distruzione coperta Occultista Sentinella
Difesa subdola Sabotatore Sentinella
Difesa tutelata Terapeuta Sentinella

Per cominciare la battaglia, attivate il privilegio Paradoscopio dal menù di gioco e disattivate il portale relativo ad Academya (4XX DD) nella Historia Crux con il Lucchetto della promessa (situato nel Mondo morente (700 DD), info qui). Dopodiché, esaminate il portale di Academya (4XX DD) con l’Artefatto erratico che vi sarà stato consegnato da Alyssa e seguite gli eventi all’inizio del Capitolo 05ne Il vuoto oltre (??? DD). Raggiungete il Trono della Dea per attivare una scena d’intermezzo, quindi sfidate nuovamente Caius.

Boss: Caius Ballad (Paradoscopio attivo)

Hp: 90.032    PC: –

Crisi: 200%      Bottino: –

Caius BalladStrategia: Come preannunciato, questa versione di Caius è assai più pericolosa rispetto alla precedente. Iniziate con l’optimum “Difesa potente“; vi sarà utile per potenziare subito Serah ed il suo mostro Sentinella. Ogni volta che Caius usa la tecnica Anima e corpo, invece, passate a “Difesa subdola” per rimuovere in pochi turni gli effetti di potenziamento che il vostro nemico si è conferito. Vi suggeriamo di arrecargli lo status Desphaera (potete anche provare con Bio per impedire che si curi, ma purtroppo non ci sono molte probabilità che vada a segno). Se notate che Serah è stata colpita gravemente e la Sentinella non è in grado di proteggerla, attivate “Difesa tutelata” per curarla il prima possibile. Per mandare in Crisi Caius, impostate l’optimum “Distruzione coperta“, poi passate a “Carica coperta” per aumentare i danni inferti e stabilizzare la barra catena, soprattutto in vista della fastidiosa abilità Spezzacatene, con cui il bonus catena dell’avversario tornerà al 100%. Appena Caius usa Caos sacrale, tornate a “Difesa subdola” e provate a ripetere gli stessi procedimenti appena segnalati. La strategia con questi optimum può richiedere diverso tempo (anche una buona mezz’ora), ma punta molto sulla prudenza. Se siete dei tipi più temerari, potreste adottare “Carica distruttiva” ogni volta che vedete che Caius si muove in cerchio intorno alla squadra, quasi come se volesse scrutarla. Se adottate l’optimum in questo momento, potreste cogliere di sorpresa il nemico e sferrare attacchi consistenti, indebolendolo di molto. Tenete presente, inoltre, che Caius si riprenderà completamente, dopo la prima volta che azzererete i suoi PV; i danni lesivi che gli avrete inferto, comunque, rimarranno, perciò potreste provare a puntare su quel tipo di danni per semplificare la seconda fase dello scontro e vedere il nemico rigenerarsi con meno energie possibili.

Conquistata la vittoria, ritornerete alla Historia Crux, dalla quale potrete selezionare una nuova meta: Nuova Bodhum (??? DD). Visitate questa nuova zona e sbloccherete la Fine dei paradossi “Un cielo senza tempo“. Visualizzate la sequenza che avete rivelato, terminata la quale riceverete il frammento Trascrizione di “Un cielo senza tempo” e 10.000 PC. A questo punto, potrete riaprire il portale di Academya (4XX DD) per proseguire nell’avventura interrotta.

Nuova Bodhum (Eremo vacuo): Destino e libertà

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: No

Fine dei ParadossiQuesta Fine dei Paradossi è estremamente facile da portare a termine. Per poterla attivare, se non l’avete fatto durante la prima avventura di gioco, è necessario rigiocare quella parte della storia (info qui) che inizia da Academya (4XX DD) e conduce a Il vuoto oltre: Nuova Bodhum (ulteriori riferimenti su come arrivarci sono contenuti nella pagina dedicata alla soluzione del “Capitolo 05“). Una volta qui, ripetete tutti gli eventi di gioco con Serah, fino ad incontrare Lightning sul molo.

Durante la Riflessione che si attiverà, selezionate l’opzione “” per sbloccare la Fine dei paradossi “Destino e libertà“, relativa a quest’area, ed ottenere il frammento Trascrizione: “Destino e Libertà”, assieme a 1.500 PC. Dopo la scena d’intermezzo, per poter proseguire, selezionate come meta dall’Historia CruxEremo Vacuo” (ossia il nome con cui si riconosce Il vuoto oltre: Nuova Bodhum) e conversate nuovamente con Lightning: quando vi verrà posta la stessa domanda, rifiutate.

Mondo morente (700 DD): L’erede del Caos

Frammenti recuperabili: 1
Paradoscopio necessario: Sì

Fine dei ParadossiSeguendo questa soluzione, potrete completare questa Fine dei paradossi poco dopo aver trascritto “Un cielo senza tempo“. Per poter visualizzare la nuova sequenza che stiamo per sbloccare, dovrete aver completato il gioco almeno una volta, così da poter attivare il privilegio Paradoscopio dall’apposito menù e rigiocare quella parte della storia (info qui) che inizia da Academya (4XX DD) e conduce al Mondo morente (700 DD) (ulteriori riferimenti su come arrivarci sono contenuti nella pagina dedicata alla soluzione del “Capitolo 05“). Se avete appena completato Il vuoto oltre: Nuova Bodhum dopo aver risposto prima “” e poi “No” a Lightning, vi ritroverete ben presto al Mondo morente (700 DD) e potrete portare a termine il nuovo obiettivo; in caso contrario, chiudete il portale indicato e ripetete gli eventi di gioco fino a questo punto. In questa epoca – se lo ricordate dalla vostra prima visita – vi aspetta uno scontro con Caius, impossibile da battere al tempo in cui l’avete affrontato. Attivando il privilegio Paradoscopio, però, avrete finalmente la possibilità di dimostrare chi siete veramente a questo avversario e quindi di poterlo sconfiggere. Se arrivate con i requisiti che vi consigliamo di seguito, questa battaglia corpo a corpo non dovrebbe neanche essere troppo difficoltosa.

  • Noel: poiché il ragazzo sarà completamente solo nello scontro, non potendo contare su mostri alleati o sul supporto di Serah, sarà bene fare in modo che Noel abbia almeno 6.000 PV, così da resistere al meglio agli attacchi di Caius.

Ovviamente, non potete costruire optimum per questo scontro, ma solo far assumere a Noel uno dei sei ruoli possibili. Quando siete pronti, seguite Noel con Serah, fino ad attivare lo scontro con il custode del tempo.

Boss: Caius Ballad (Paradoscopio attivo)

Hp: 30.052    PC: –

Crisi: 150%      Bottino: –

Caius BalladStrategia: Fortunatamente, il livello di difficoltà della battaglia non sarà elevato come per quella affrontata da Serah ne Il vuoto oltre (??? DD), ma è bene comunque non prendere Caius sotto gamba. Per cominciare, fate assumere a Noel la veste di Sinergista e conferitevi qualche potenziamento, primo fra tutti Arguzia. Dopodiché, curatevi da eventuali danni sofferti e fate assumere a Noel il ruolo di Sabotatore per arrecare lo status Deaegis. A questo punto, cambiate ruolo in Occultista ed assalite Caius al meglio che potete per scatenare al più presto una Crisi, poi procedete come Attaccante per accrescere il bonus catena e ferire Caius in modo consistente, presumibilmente fino a sfinirlo. Purtroppo, anche in questo caso, quando i PV di Caius raggiungeranno lo zero, il vostro avversario si rianimerà. Sfortunatamente per lui, però, questa volta sarà privo di effetti di potenziamento, senza contare che non godrà dell’iniziativa per il primo colpo, ragion per cui – con le tattiche appena suggerite – dovreste mandarlo K.O. ed aggiudicarvi la vittoria in breve tempo.

Subito dopo lo scontro, si riaprirà l’Historia Crux, in cui si renderà disponibile la destinazione Mondo morente (??? DD). Selezionate la nuova meta e sbloccherete la Fine dei paradossi “L’erede del Caos“. Dopo aver assistito alla sequenza, riceverete il frammento Trascrizione di “L’eredità del caos” e 10.000 PC.

Academya (500 DD): Il finale segreto

Perfetto, con l’ultimo paradosso trascritto e tutte le missioni secondarie portate a termine con successo, dovremmo finalmente aver raccolto tutti e 160 i frammenti esistenti in Final Fantasy XIII-2 (nel caso ve ne mancasse ancora qualcuno, consultate la sezione “Guida ai 160 frammenti” per capire come recuperare quelli non ancora in vostro possesso). Adesso potrete andare nuovamente dalla Mistica a Serendipity per reclamare tutti i privilegi che vi mancavano finora (ad esempio Metronomo, con cui potrete aumentare la velocità di gioco, compresa quella dei filmati), per il cui elenco completo vi rinviamo alla sezione “I privilegi“.

Bene, siamo quindi pronti per visualizzare il famoso finale segreto del gioco (anche un messaggio su schermo vi notificherà questa possibilità). Per farlo, chiudete il portale di Academya (500 DD) con il Lucchetto battaglia finale(reperibile proprio ad Academya (500 DD), trovate delle informazioni qui) e ripetete – con il il privilegio Paradoscopio rigorosamente attivato – tutte le ultime battaglie del gioco, per il superamento delle quali vi rinviamo alla pagina dedicata alla soluzione del capitolo finale, “Epilogo“. Sconfitti anche gli ultimi Boss, assistete al normale finale di gioco, aspettate che scorrano i riconoscimenti e poi…visualizzate questo misterioso filmato. Complimenti, avete definitivamente terminato la storia di Final Fantasy XIII-2! Il prossimo obiettivo, adesso, potrebbe essere platinare il gioco (per questo, vi rinviamo alla “Guida ai trofei“). 😉

Non ci resta altro da fare che augurare a tutti voi buona fortuna e, come sempre, ringraziarvi per aver scelto la nostra soluzione! =)


Questa pagina si è rivelata utile? Se così non fosse e desideraste segnalarci delle correzioni o integrare questo elaborato (con informazioni mancanti, vostri suggerimenti o altro), vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un messaggio nella sezione "Errori ed Omissioni" del nostro Forum, nel quale siete i benvenuti. Qui potrete anche reperire aiuti specifici o supporto generale, nel caso in cui doveste averne bisogno. Se questo sito si è dimostrato utile, vi preghiamo di prendere in considerazione l'idea di supportarlo finanziariamente o tramite altri metodi. Per maggiori dettagli in proposito, vi preghiamo di visitare la seguente pagina: http://www.allgamestaff.altervista.org/donazioni. Vi ringraziamo anticipatamente per ogni possibile contributo al nostro lavoro, sempre ben gradito.